Covid, zona rossa e ritorno a scuola dopo Pasqua: le ipotesi sul tavolo di Governo

Le misure anti covid in corso scadranno dopo Pasqua e nonostante manchino ancora due settimane, il Governo sta già pensando alle prossime strette. Il tutto però è momentaneamente un’ipotesi, sul tavolo ancora non è stato messo nulla – come ha confermato lo stesso Ministro della Salute Speranza ieri sera a “Carta Bianca“. “In questo momento il governo non ha preso nessuna decisione, ci confronteremo e decideremo. Ci siamo confrontati con i tecnici sulla curva epidemiologica, non abbiamo discusso di misure. Non c’è nessuna decisione“.

Covid – le ipotesi per dopo Pasqua

In sostanza nulla è ancora deciso ma, tra le ipotesi che circolano – come riferisce AdnKronos – c’è quella di una mini proroga delle misure attualmente in vigore, allargando la presa della stretta al capitolo scuola, ovvero consentendo il ritorno sui banchi in zona rossa almeno ai più piccoli, scuola dell’infanzia e primaria. Sebbene sia ancora prematuro parlarne, gran parte del Governo spinge per una riapertura delle scuole dopo Pasqua, guardando anche al modello della Francia. Il primo a gradire la riapertura è lo stesso Ministro Bianchi: “Lavoriamo giorno e notte per poter riaprire“.

Molto probabilmente ogni Regione prenderà poi la propria decisione in base al numero dei contagi in quel momento sul territorio. Si prospetta dunque l’ennesimo scontro tra genitori pro dad e quelli “no dad” così come andato avanti per tutto l’anno soprattutto nelle Regioni che hanno tenuto i cancelli delle scuole più chiusi che aperti, come la Campania.

Potrebbe anche interessarti