VIDEO. Vaccino a Pozzuoli, anziani in fila per ore. Il sindaco: “Condizioni al limite della sopportazione”

vaccino pozzuoli fila
Screen video Fb Luigi Carannante

In fila per ore, al freddo e anche creando qualche assembramento. E’ quanto denunciato ieri sui social da alcuni parenti che hanno accompagnato gli anziani all’Ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli per ricevere la prima dose del vaccino anti covid. Pazienti fragili che sono stati in piedi per ore con temperature rigide mentre aspettavano il loro turno.

Una situazione non tollerabile che ha fatto scattare subito la reazione del primo cittadino di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia che spiega:

“Abbiamo ricevuto molte proteste e segnalazioni di cittadini, per lo più anziani e persone fragili, che si lamentavano per le lunghe attese all’esterno dell’ospedale Santa Maria delle Grazie prima di sottoporsi alla somministrazione del vaccino. Attese anche di tre ore, con code e assembramenti, che si stanno protraendo da qualche giorno, ​ oltretutto rese ancora più estenuanti per le basse temperature.
Abbiamo chiesto delle spiegazioni all’Asl Napoli 2 Nord che ci ha riferito che questa situazione è stata determinata dai tempi di somministrazione del vaccino che si sono allungati dopo il blocco di Astrazeneca, con molte persone che chiedono in sostituzione la vaccinazione con Pfizer. L’azienda ci ha assicurato che sta ponendo rimedio chiedendo la collaborazione dei medici di famiglia nella trasmissione delle informazioni e potenziando le postazioni per la somministrazione del vaccino. Ci auguriamo che già da domani ci siano dei miglioramenti perché sinceramente non sono ammissibili le condizioni, al limite della sopportazione, in cui i cittadini, ripeto per lo più anziani e persone fragili, sono costretti ad aspettare prima di ricevere il vaccino”.

Abbiamo ricevuto molte proteste e segnalazioni di cittadini, per lo più anziani e persone fragili, che si lamentavano…

Pubblicato da Vincenzo Figliolia su Martedì 23 marzo 2021

Tantissimi i commenti sotto al post, come Carla che racconta la sua esperienza:

“Gentilezza a parte degli operatori, io, con convocazione e registrazione alle 14, sono stata vaccinata alle 19.30. Menomale che non pioveva a faceva solo tantissimo freddo”. 

Gli fa eco Giusy:

“Attese di 5 0re. Arrivata prima delle 15:00, come da prenotazione e uscita alle 22:00”.

Per porre rimedio e ridurre l’attesa, scenda in campo anche il sindaco di Bacoli, Josi della Ragione:

“Sto leggendo con forte preoccupazione la rabbia di tanti cittadini, tra cui molti settantenni e persone fragili di Bacoli, costretti ad attendere anche sei ore all’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli prima di potersi vaccinare. Al freddo, alle intemperie, in piedi. Ho visto scene di assembramento che impongono impegno immediato. Da parte di tutti. Perché non è il tempo delle accuse, delle scuse o delle polemiche. Ma quello delle soluzioni. Per questo ho espresso all’Asl piena disponibilità a poter ampliare il centro vaccinale del Parco Vanvitelliano del Fusaro. Più sale, più spazi, più tempo. Siamo pronti ad aumentare il numero dei box e a far fare vaccini, ogni giorno, dalla mattina alla sera. Insieme. Comune di Bacoli, Protezione Civile, Comune di Monte di Procida. A supporto dell’Asl Napoli 2 Nord, che ha dimostrato piena volontà di venire incontro alle esigenze della comunità. Sempre di più, sempre meglio. Per raddoppiare, triplicare, il numero quotidiano di vaccini.

Dobbiamo fare presto. E sfruttare al meglio anche la prossimità territoriale. È più semplice per un cittadino bacolese e montese raggiungere il Real Casino Borbonico di Bacoli piuttosto che recarsi alla “Schiana”. E viceversa. Così eviteremo ulteriori disagi per la popolazione. Sono certo che risolveremo già nelle prossime ore le criticità di queste ore. Perché, al di là delle specifiche competenze, quando si parla di sanità pubblica dobbiamo sentirci tutti coinvolti. Tutti responsabili. Siamo al fianco di medici, volontari e infermieri. Stanno facendo un lavoro enorme. Con l’aiuto di ognuno, metteremo fine a questo incubo. Sono al vostro fianco”. 

Sto leggendo con forte preoccupazione la rabbia di tanti cittadini, tra cui molti settantenni e persone fragili di…

Pubblicato da Josi Gerardo Della Ragione su Martedì 23 marzo 2021

 

Potrebbe anche interessarti