“L’ora della terra”: il comune di Mugnano aderisce all’iniziativa globale

Questa sera dalle 20:30 alle 21:30 scatterà L’ora della terra. E’ un’iniziativa ambientale globale nata per combattere il cambiamento climatico. Individui, imprese, governi e comunità sono invitati a spegnere le luci per un’ora. Anche il Parlamento europeo spegnerà tutte le luci dei suoi edifici per mostrare sostegno a questa iniziativa. Infatti David Sassoli, Presidente del Parlamento europeo, dichiara:

Siamo di fronte a un’emergenza climatica e ambientale globale. Questo è un dato di fatto. Combattere il cambiamento climatico non è una scelta, è un dovere. Lo dobbiamo alle generazioni future.

Sono passati molti anni da quando nel 1879 Edison inventò la lampada elettrica a incandescenza. Da quel momento l’illuminazione notturna è stata una costante nelle nostre vite fino a oggi, favorendo i processi di urbanizzazione. Tuttavia questa invenzione essenziale contribuisce ogni giorno all’inquinamento dato dalle luci artificiali. Un esempio del disastroso impatto ci è dato dalla Via Lattea, patrimonio Unesco dell’umanità, ma invisibile a più di un terzo della popolazione mondiale.

L’inquinamento luminoso colpisce gravemente la salute degli esseri umani, ma ancor più la flora e la fauna. Infatti è stato considerato uno tra le maggiori cause di modifica dei flussi migratori degli animali e di alcuni processi essenziali per la vita delle piante.

Numerose sono le adesioni campane all’iniziativa, tra cui quella del sindaco di Mugnano di Napoli, Luigi Sarnataro, che sui suoi canali social scrive:

Abbiamo aderito alla 13° Edizione di Earth Hour. Per questo domani, dalle 20:30 alle 21:30, spegneremo tutte le luci della città. Un gesto simbolico per ricordare a tutti l’importanza di tutelare il nostro pianeta. Invito tutti i cittadini a fare altrettanto nelle loro case.

Potrebbe anche interessarti