Cuore grande, mamma derubata delle uova di Pasqua: “Una commerciante me le ha regalate”

Come spesso accade nel Napoletano, alcune situazioni spiacevoli improvvisamente prendono una piega diversa, rivelando un lato di positività e solidarietà: è quanto accaduto alla signora Laura, residente in San Giorgio a Cremano, derubata delle uova di Pasqua destinate alle sue bambine.

San Giorgio, Laura derubata delle uova di Pasqua: i cittadini si attivano

Proprio Laura, alla nostra redazione, ha raccontato l’intera vicenda, spregevole ma allo stesso tempo sfociata in un lieto fine: “Avevo queste uova nel cofano dell’auto in attesa di consegnarle a mia mamma. Doveva essere un regalo, da parte della nonna, per le mie bimbe”.

“Stamattina, visto il caldo di questi giorni, ho pensato di prenderle e portarle in casa ma mi sono accorta che non c’era nulla. Sono quasi certa che il furto sia avvenuto nel mio parco, dove l’auto era parcheggiata. Qualche giorno fa, dirigendomi in macchina, ho avuto la sensazione che qualcuno vi fosse entrato. Avevo una scatola sul sediolino posteriore e l’ho trovata aperta. Ombrello e sciarpa non sono stati toccati ma in quel momento non ho pensato di controllare se ci fossero ancora le uova. Non ho aperto il cofano, un po’ per la fretta un po’ perché per me è inconcepibile che un ladro possa prendere delle uova”.

Eppure, il furto aveva preso di mira proprio le uova connotandosi come gesto ancor più spregevole considerando il fatto che si trattasse di un prodotto destinato ai bambini. Cosa che ha spinto Laura a denunciare l’accaduto sui social trovandosi, poco dopo, inondata dall’affetto dei suoi concittadini.

“Vorrei sottolineare che ho ricevuto molta solidarietà con gesti davvero esemplari da parte di alcune persone. Questa cosa mi ha rincuorato e continua a darmi speranza. Una nota commerciante di San Giorgio, dopo pochi minuti dalla lettura del messaggio, si è presentata sotto casa mia con le uova. Un gesto che mi ha veramente ripagato a livello simbolico dell’amarezza che ho provato stamattina. La vicenda mi ha infastidito non poco ma è bello che emerga il lato buono di tutta questa storia”.

Ma non solo: “Oltre lei anche altre persone mi hanno offerto il proprio aiuto, proponendosi di acquistare le uova per le bimbe. Io ringrazio tutti ma non era questo quello che volevo ottenere, è stato il gesto che mi ha delusa. A questo punto spero che si tratti di una ragazzata ma solo il pensiero che si possa arrivare a prendere cose che siano destinate a dei bambini mi fa male”.

 

Potrebbe anche interessarti