Covid, il virologo Tarro: “Si può curare senza ricorrere al ricovero ospedaliero”

Il professor Giulio Tarro, medico e virologo, è intervenuto nuovamente sulla questione coronavirus facendo leva sull’efficacia delle cure a disposizione.

Tarro su coronavirus: esistono cure efficaci

Queste le sue parole: “Il virus da pandemico è ormai diventato endemico. Abbiamo il 90-95% di asintomatici positivi che non sono contagiosi, come ribadisce anche l’Oms. Seguendo i dettami del virologo francese Didier Raoult e di altri medici, si tratta di una malattia che si può curare usando l’idrossiclorichina e l’azitromicina senza bisogno di un ricovero ospedaliero”.

“L’anno scorso al Centro e al Sud Italia sono morti meno che nelle Regioni settentrionali usando subito cortisone ed eparina che hanno evitato le tromboembolie. Cure inadeguate e posti di terapia intensiva tagliati negli anni scorsi: questi due aspetti non devono essere dimenticati quando si contano i numeri dei morti. É stato necessario un parere del consiglio di stato per usare l’idrossiclorichina. Deve essere chiaro un concetto: la Covid-19 si può curare”.

Il virologo sin dall’inizio della pandemia rappresenta una voce fuori dal coro. Più volte si è schierato contro la diffusione di un vero e proprio allarmismo circa un’infezione, a sua detta, pienamente curabile. In controtendenza anche la sua concezione relativa agli asintomatici: da mesi, infatti, ribadisce che questi ultimi non veicolano il contagio. Il professor Tarro ha messo in dubbio anche l’utilità delle mascherine, considerandole addirittura dannose in quanto ricettori di germi.

Potrebbe anche interessarti