AstraZeneca, Figliuolo: “Vaccino sicuro. Obiettivo di 500mila dosi al giorno non cambia”

figliuolo astrazenecaDopo la decisione dell’EMA di delegare ad ogni Nazione la decisione sui limiti di età da imporre per la somministrazione del vaccino AstraZeneca, il piano vaccinale italiano è cambiato. Su raccomandazione di Aifa, il siero anglo-svedese sarà somministrato solamente agli over 60. L’obbiettivo però di accelerare la campagna e di conseguenza le somministrazioni giornaliere non cambia nonostante questo intoppo legato ad AstraZeneca, parola del Commissario Figliuolo.

In visita all’hub vaccinale di Macerata, il Commissario straordinario per l’emergenza covid, Francesco Paolo Figliuolo, ha espresso la sua opinione sulla vicenda, ribadendo che l’Italia è pronta a fare il passo decisivo – come riportato da AdnKronos.

Il target non cambia quindi dobbiamo arrivare a 500.000 dosi a fine mese, però abbiamo aperto da oggi la platea dai 60 anni in su. Le seconde dosi di AstraZeneca – ribadisce Figliuolo – vanno a chi ha fatto già la prima. Le altre dosi andranno alle persone tra i 60 e i 79 anni, una platea di 13 milioni 275mila possibili utenti, di cui due milioni 270mila hanno già ricevuto una prima dose. Il target è questo e l’afflusso di dosi è coerente con questo target.

In questo trimestre e nel prossimo arriveranno 30 milioni di dosi di AstraZeneca, che copriranno questo target. L’importante adesso è ridare fiducia a tutti e vaccinarci. Se riusciamo a completare gli over 80 e i fragili, come si sta ben facendo qui, riusciremo ad aprire alle classi produttive“.

Potrebbe anche interessarti