Ristoranti a cena, attività all’aperto, coprifuoco a mezzanotte: le ipotesi per le riaperture

Regioni e cittadini sono stremati dalle chiusure anti covid. Le proteste si fanno sempre più vibranti e accese giorno dopo giorno e per questo motivo il Governo sta pensando a possibili allentamenti. Tutto dipenderà dall’andamento dei contagi ma, giovedì nell’incontro tra Governo e Regioni si potrebbe parlare di riaperture dei ristoranti anche la sera e coprifuoco a mezzanotte. Queste le ipotesi che circolano, a riferirle è AdnKronos.

Covid Italia – il bollettino di ieri

Il decreto che stabilirà il calendario delle riaperture non riguarderà solo bar e ristoranti ma anche palestre, cinema, teatri e musei. Il provvedimento dovrebbe essere atteso per il 26 aprile, a soli 4 giorni dalla scadenza dell’attuale Dpcm (30 aprile). La settimana decisiva sarà quindi quella del 19 aprile.

L’ipotesi è quella di sfruttare l’arrivo della bella stagione ed iniziare ad aprire le attività all’aperto. A confermarlo a Porta a Porta è anche lo stesso Ministro della Salute Roberto Speranza: “Credo sia lecito aspettarsi delle riapertura per maggio, ma verificheremo i dati giorno per giorno. Tutti i dati indicano che all’aperto c’è una minore possibilità di contagio e quindi credo che la stagione che sta arrivando potrà aiutarci a recuperare alcune attività.

Abbiamo bisogno di essere prudenti, ma la volontà del governo è di verificare settimana per settimana i dati del contagio e di costruire una modalità che ci consenta di far ripartire una serie di attività senza correre rischi”.

Alla domanda se ci si possa aspettare le riaperture nel mese di aprile, Speranza ha risposto: “Questo ce lo diranno i dati. Il decreto vigente dura fino al 30 aprile, credo sia sicuramente lecito aspettarsele per maggio“.

Potrebbe anche interessarti