Napoli, sciopero dei trasporti di 4 ore proclamato per venerdì 23 aprile: le fasce garantite

sciopero napoli 23 aprile

Con il passaggio alla zona arancione, in Campania gli alunni delle scuole sono finalmente tornati in presenza. Per far fronte al maggior afflusso di passeggeri, l’Anm ha riattivato le 11 linee scolastiche dei pullman (con 450 corse giornaliere) e UnicoCampania ha comunicato di aver ripristinato gli abbonamenti gratuiti degli studenti. Ma sono ancora diversi i disagi. Vagoni e bus affollati, poco distanziamento e qualcuno che non indossa la mascherina.

Ora l’Anm informa che venerdì 23 Aprile le Organizzazioni Sindacali FILT-CGIL, UILTRASPORTI, UGLFNA, USB hanno proclamato uno di sciopero di 4 ore, dalle ore 11.00 alle ore 15.00, in piena uscita da scuola. Come reso noto dall’Azienda di Mobilità napoletana, l’eventuale interruzione del servizio verrà gestita nel rispetto delle fasce di garanzia con le seguenti modalità:

Funicolari: Chiaia, Centrale e Montesanto: ultima corsa del mattino garantita alle ore 10.40. Il servizio riprende con la prima corsa pomeridiana delle ore 15.20. Impianto di Mergellina chiuso. Attivo servizio navetta 621 (segue fasce garanzia bus).
Metro Linea 1: ultima corsa del mattino garantita da Piscinola e da Garibaldi alle ore 10.25. Il servizio riprende con la prima corsa pomeridiana da Piscinola alle ore 15.55 e da Garibaldi alle ore 16.35.
Linee di Superficie: (tram, bus, filobus) stop al servizio dalle ore 11:00 alle ore 15:00. Le ultime partenze vengono effettuate circa 30 minuti prima l’inizio dello sciopero per riprendere circa 30 minuti dopo la fine dello sciopero.

Le motivazioni dello sciopero sono: accordi migliorativi di natura economica; spettanze arretrate; miglioramento gestione del personale e del servizio; adeguamenti e incentivi salariali Operatori di esercizio.

L’Anm inoltre comunica i dati di adesione dello sciopero di 4 ore dell’8 Febbraio 2021:

“In occasione dell’ultimo sciopero proclamato dalle Organizzazioni sindacali FILT-CGIL,FIT-CISL, UILTRASPORTI, FAISA CISAL, UGLFNA, USB, l’adesione dei dipendenti in turno metro Linea 1 del 30,7% ha generato l’interruzione del servizio metropolitana Linea 1, al di fuori delle fasce di garanzia regolarmente servite. Per le Funicolari l’adesione allo sciopero è stata del 33%, con la sospensione del servizio per il solo impianto di Montesanto mentre gli impianti Centrale e Chiaia hanno funzionato regolarmente, senza interruzione. Le Linee di superficie (bus, tram e filobus), hanno invece registrato un’adesione del personale in servizio allo sciopero del 41,74 %”.

Potrebbe anche interessarti