Covid, picco di contagi a Nola: il sindaco chiude le scuole per due settimane

nola scuole

L’evoluzione critica dell’emergenza covid ha portato il sindaco di Nola, Gaetano Minieri, alla decisione di chiudere le scuole da oggi fino al 30 aprile.

Nell’ordinanza sindacale n°20 del 20/04/2021, il primo cittadino nolano ha rilevato che “l’evoluzione critica del numero di contagi rilevati, nonché del numero di persone poste in sorveglianza attiva, sia nella Regione Campania ma soprattutto nel territorio comunale, evidenziano l’esigenza di adottare ulteriori misure straordinarie“.

Per questo motivo, “ai fini della tutela della salute pubblica e del contenimento del contagio da Covid-19“, il sindaco Minieri ha ordinato la sospensione dal 21 al 30 aprile 2021 delle attività didattiche in presenza di tutte le scuole di ogni ordine e grado (pubbliche e paritarie) nonché dei servizi alla prima infanzia (nidi, micro-nidi e ludoteche).

Le attività didattiche nelle scuole del comune di Nola riprenderanno lunedì 3 maggio 2021, salvo ulteriori provvedimenti. I dirigenti scolastici avranno comunque la facoltà di consentire in presenza le attività destinate ad alunni con bisogni educativi speciali.

Con la decisione di riprendere le attività didattiche in presenza nelle zone arancioni, molti comuni campani si sono ritrovati a fare i conti con l’insorgere di focolai di covid. Tra questi Pompei, in cui un istituto è stato chiuso per 12 giorni a causa dello scoppio di un focolaio.

Potrebbe anche interessarti