SMCV, cartelloni in città. Aveta: “Città trasformata in drive in pubblicitario”

Le Associazioni e i movimenti politici, che si riconoscono nel progetto guidato da Raffaele Aveta “Futuro 2030”, “Passione civica”, “Svoltiamo”, “No STIR”, “Movimento civico sammaritano”, l’associazione politico-culturale “S.U.D. per l’Italia” e “I Riformisti”, esprimono perplessità sulla cartellonistica pubblicitaria di carattere commerciale installata nelle ultime settimane in diverse parti della città. In questi giorni ci sono giunte diverse segnalazioni da parte dei cittadini i quali non condividono l’installazione di detti cartelli in punti nevralgici del centro cittadino, come ad esempio in piazza Anfiteatro o sul corso Garibaldi. “Ci chiediamo- dichiara Raffaele Aveta portavoce delle Associazioni– quali vantaggi per la città e i cittadini possano derivare dall’installazione di una simile cartellonistica, così ampiamente diffusa sul territorio, ma soprattutto in che misura tali installazioni possano contribuire alla Bellezza e al decoro urbano. Non è da sottovalutare, poi, il tema della sicurezza stradale in quanto, a nostro giudizio, l’apposizione di questa cartellonistica, nelle zone di maggior traffico veicolare, può rappresentare un possibile pericolo per la sicurezza stradale, anche perché fonte di distrazione per gli automobilisti. I nostri sono semplici interrogativi che rivolgiamo all’amministrazione comunale. Al Comandante del Corpo di Polizia Municipale chiediamo, invece, di verificare la conformità a norma di legge di tutta la cartellonistica presente in città, non solo di quella recentemente installata ma anche di quella già esistenteBasta trasformare la città in un Drive in pubblicitario! È irrispettoso per la sua millenaria storia e non apporta alcun tipo di beneficio per la popolazione”.

Potrebbe anche interessarti