Interrotti un matrimonio e un aperitivo in spiaggia: oltre 150 persone senza mascherina

Proseguono i controlli dei carabinieri finalizzati al rispetto delle norme anti-covid e rafforzati soprattutto durante il weekend: nel corso della giornata di ieri gli agenti hanno interrotto un matrimonio e bloccato 150 ragazzi intenti a consumare un aperitivo in spiaggia sprovvisti di mascherina. Gli agenti proseguiranno anche nei prossimi giorni interventi volti a sospendere comportamenti irresponsabili, frenando la movida incontrollata.

Controlli dei carabinieri: interrotti un matrimonio e un aperitivo in spiaggia

A Napoli Centro le forze dell’ordine sono intervenute soprattutto per contrastare gli assembramenti di giovani, predisponendo ben 52 sanzioni e diffide per due bar. Nel centralissimo Largo San Giovanni Maggiore, i carabinieri hanno allontanato e disperso circa 500 ragazzi. Intorno all’una erano 250 quelli che si erano assembrati in Largo Banchi Nuovi, violando il coprifuoco. Uno dei ragazzi, complice lo stato di ebbrezza alcolica, è stato denunciato per oltraggio a pubblico ufficiale.

A Pozzuoli, i carabinieri hanno sgomberato un locale presso un lido in Viale Sibilla dove circa 15o giovani, senza mascherina, consumavano drink e ballavano sulla spiaggia. I gestori del locale sono stati sanzionati e dovranno osservare un periodo di chiusura di 5 giorni.

Non da meno la situazione a Torre Annunziata e nei Comuni Vesuviani dove oltre 100 persone sono state controllate. In particolare, a Boscotrecase, 30 persone sono state multate per violazione alle norme anti-covid poiché sorprese in un ristorante a festeggiare un matrimonio senza dispositivi di protezione. In più a Torre Annunziata 18 persone sono state contravvenzionate per mancato rispetto delle norme anti-covid, per violazione del coprifuoco e dell’uso dei dispositivi di protezione.

Potrebbe anche interessarti