Scampia, presunto pedofilo picchiato e gettato nel cassonetto: è ricoverato

Nel pomeriggio di ieri, a Scampia, un uomo, indicato come presunto pedofilo, è stato brutalmente aggredito per poi essere scaraventato in un cassonetto della spazzatura. Per le ferite riportate, a seguito dell’intervento della Polizia, è stato ricoverato all’ospedale Cardarelli. Attualmente, tuttavia, sembra essere esclusa l’ipotesi di abuso sessuale sui minori. 

Scampia, presunto pedofilo aggredito dalla folla

I video, girati dai residenti del luogo, hanno fatto il giro del web, postati su alcuni gruppi cittadini e ripresi dal consigliere Borrelli. L’uomo, prima pestato brutalmente poi costretto ad entrare in un cassonetto, è stato salvato dall’intervento degli agenti. La folla lo accusava di aver abusato dei suoi tre nipoti ma ancor prima, come rende noto l’Ansa, si sarebbe accanita anche contro i genitori dei bambini.

Tutto andrebbe ricondotto alla sera precedente quando la stessa coppia sarebbe stata malmenata da un gruppo di parenti e residenti della zona. A seguito dell’intervento della Polizia i due sono stati trasferiti all’Ospedale del Mare mentre i bambini sono stati affidati ad un’assistente sociale e accompagnati al Santobono. Qui i medici avrebbero riscontrato una serie di ecchimosi ma nonostante ciò la pista dell’abuso sarebbe stata esclusa.

Il giorno seguente, nel momento in cui lo zio viene avvistato nei pressi dell’abitazione della famiglia la folla si scaglia contro di lui. Essendo stato ferito, si è reso necessario l’intervento dei sanitari ma non è in pericolo di vita. Gli agenti sono al lavoro per definire ulteriormente le dinamiche della vicenda.

Potrebbe anche interessarti