Tariffe Rc Auto più basse per gli automobilisti napoletani

RC Auto Napoli

Ci siamo ritrovati spesso a parlare dell’incresciosa operazione al rialzo più volte messa in opera dalle compagnie assicurative ai danni degli automobilisti napoletani. Una notizia che oramai non fa nemmeno più notizia quella dei clamorosi aumenti sulle Rc Auto in Campania, ma dopo lo scandalo, finalmente una notizia positiva. Sembra infatti che a partire dal prossimo anno, le tariffe delle Rc Auto destinate ai napoletani, subiranno sensibili diminuzioni.

Un impegno assunto in prima persona dal viceministro allo Sviluppo economico De Vincenti che, a nome del Governo, ha dichiarato la volontà di rendere finalmente attuale il disegno di legge sulla Competitività che, nel giro di pochi mesi, eliminerà l’abominevole gioco delle “tariffe diversificate per territorio”.

Sempre più spesso a Napoli, così come nel resto della Campania, automobilisti virtuosi sono costretti a pagare tariffe Rc Auto da capogiro giustificate dalla presenza massiccia di sinistri nella nostra regione. Una giustificazione semplice ed immediata che per anni ha permesso alle compagnie di tutta Italia, di lucrare sugli automobilisti onesti e corretti, penalizzati unicamente per essere nati a Napoli.

Giudizi positivi anche dal Codacons che, così come altre associazioni di categoria, aveva più volte denunciato la faccenda chiedendo un intervento deciso da parte del Governo che imponesse, una volta e per tutte, un allineamento delle tariffe al ribasso.

De Vincenti ha così commentato l‘avvio della nuova legge: «Si tratta di un risultato al quale hanno contribuito anche i gruppi di opposizione, come M5s. Al risultato di oggi hanno contribuito tantissimi senatori campani e di tante altre Regioni ed anche colleghi come Sergio Puglia, di M5s, evidentemente superando ogni logica di appartenenza politica nel superiore interesse degli automobilisti. In questo modo – aggiunge Cuomo – non si scaricheranno sugli automobilisti onesti il peso delle truffe che si verificano nel settore in Campania» Ma continuano a crescere i timori di possibili impennate tariffarie che, senza dubbio, potrebbero creare non pochi problemi agli automobilisti di tutt’Italia.

 

Potrebbe anche interessarti