Nunzia si potrà operare, avviata raccolta fondi per salvarle la vita

Nunzia si potrà operareNunzia si potrà operare. Ieri, 17 maggio 2021, Portici si è stretta con solidarietà intorno all’iniziativa del barbiere, che lo scorso venerdì si è mobilitato per aiutare una concittadina.

Luigi Cordato, barbiere e titolare del salone Spettinati, con la moglie Raffaella Imperato hanno messo a disposizione il loro lavoro gratuitamente per Nunzia. La giovane madre di quattro figli necessita con urgenza un intervento salvavita, ma inagibile per lei a causa dell’elevato costo. “Nessuno mai dovrebbe trovarsi nella situazione di chiedere soldi per provare a salvarsi la vita” scrive Raffaella e così con il marito decidono di adoperarsi con il proprio lavoro per raggiungere la cifra per l’operazione.

La risposta del comune di Portici è stata immediata: tantissime persone sono accorse a donare nelle loro possibilità somme di denaro, accolte dal figlio della madre guerriera. Calorosa è stata anche la partecipazione del sindaco Enzo Cuomo, che scrive: “Stamattina ho deciso di partecipare in prima persona a un’originale iniziativa per aiutare Nunzia, nostra concittadina e mamma di quattro figli, che ha bisogno di sostegno per coprire le ingenti spese necessarie per un intervento chirurgico che può salvarle la vita. In cambio di un taglio di capelli, il barbiere Luigi Cordato non ha voluto il pagamento ma ha chiesto una somma a piacere per Nunzia. Una dimostrazione pratica che quando l’intento è per una causa nobile basta anche un semplice gesto per aiutare chi ne ha davvero bisogno”.

La moglie del barbiere, Raffaella Imperato, commenta: “Quello che oggi è accaduto nel mio negozio è stato un qualcosa di magico. Emozioni indescrivibili! Tanta umanità, tanta unione, tanta dignità, tanti occhi emozionati, profumo di vita e speranza. Questo volevo! Di questo quella famiglia aveva bisogno. Avevano bisogno di noi! E di sapere di non essere soli”.

E poi continua comunicando la notizia che tutti speravamo: “Adesso una buona somma è stata raggiunta, 15000 euro che tutta la città, con amore e sacrificio, ha racimolato. Manca poco per l’acconto e poi il Professore inizierà l’operazione. Resterà loro la somma di 25000 da scontare successivamente. Quindi se possiamo cerchiamo di non abbandonarli dimenticandoli”.

Proprio per continuare a sostenere Nunzia nella sua battaglia è stata avviata una raccolta fondi, alla quale tutti possono partecipare con una donazione. 

Potrebbe anche interessarti