Ripartenza anticipata per palestre e matrimoni: le novità previste dal nuovo decreto

mario draghiLa Cabina di Regia, riunitasi oggi, ha discusso delle misure da inserire nel nuovo decreto avanzando una serie di proposte che potrebbero portare alla ripartenza anticipata per il settore dei matrimoni e quello delle palestre.

Nuovo decreto, dai matrimoni alle palestre: cosa cambia

Le novità principali emerse dall’incontro, e rese note da ‘Il Corriere della Sera’, riguarderebbero in particolare lo slittamento del coprifuoco alle 23 già dal 18 maggio per poi essere spostato a mezzanotte dal 7 giugno ed abolito il 21 dello stesso mese. Nelle Regioni bianche andrebbe eliminato dal 1 giugno.

Quanto ai matrimoni il via libera sarebbe fissato al 15 giugno all’aperto e al chiuso se provvisti di ‘green pass’, contro le previsioni del Premier che sollecitava il settore ad ‘avere ancora pazienza’ sostenendo che fossero ancora pericolosi per il diffondersi dei contagi. Anche la riapertura delle palestre sarebbe anticipata al 24 maggio contro il piano precedentemente presentato dal Ministro Speranza che ne prevedeva la ripresa per il 1 giugno. Per gli impianti da sci la data chiave sarebbe quella del 22 maggio.

Dal 1 giugno ritornerebbe il consumo al banco nei bar e la possibilità di pranzare o cenare al chiuso nei ristoranti. I centri commerciali aprirebbero nel weekend già dal prossimo 22 giugno.

Sale gioco, sale scommesse, bingo e casinò dovrebbero aprire il 1 luglio così come piscine al chiuso e centri termali. Stessa data per centri culturali, sociali e ricreativi. Restano sospese le attività di sale da ballo, discoteche e simili, sia all’aperto che al chiuso.

Potrebbe anche interessarti