Coprifuoco, la proposta di Draghi: subito alle 23 per poi eliminarlo a giugno

In queste ore il Premier Mario Draghi è impegnato nella discussione del nuovo decreto che ha tra i temi centrali la questione del coprifuoco. Quest’ultimo dovrebbe essere allungato alle 23. Ad apprenderlo è l’Adnkronos.

Il provvedimento dovrebbe prevedere nuove riaperture e regolarizzare tutte le attività in vista della stagione estiva per permettere anche ai turisti di raggiungere l’Italia. Dopo aver eliminato l’obbligo di quarantena per i provenienti dai Paesi dell’Unione Europea e dall’Inghilterra, si sta cercando di capire quando far partire la nuova norma relativa al coprifuoco.

Secondo quanto appreso da Adnkronos, nel corso della cabina di regia, il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, avrebbe proposto di spostare il coprifuoco alle 23 da subito. La nuova misura potrebbe entrare in vigore già da domani, stando a quanto si apprende dalle novità emerse durante la cabina di regia. Inizialmente la data proposta sarebbe stata quella del 24 maggio. Sarebbe poi spostato a mezzanotte dal 7 giugno ed eliminato in via definitiva, salvo cambiamenti a livello epidemiologico, dal 21 giugno.

La situazione relativa all’emergenza sanitaria sembra essere, ormai, sotto controllo e, per questo motivo, la proposta di allungare già da lunedì il coprifuoco del premier Draghi potrebbe essere presa in considerazione. Un modo per permettere anche ai ristoratori di poter tenere aperti i propri locali un’ora in più ed incentivare il turismo straniero.

 

Potrebbe anche interessarti