Funivia del Faito, controlli giornalieri e mensili su freni e funi: ecco perché è sicura

Funivia del Monte Faito. La tragedia del Mottarone, per la quale nella notte sono state arrestate tre persone, pone dei dubbi sul funzionamento delle funivie. I giornalisti di SkyTg24 sono andati a vedere come viene controllata quella del Faito.

La cabina di comando della funivia del Monte Faito, ha un circuito delle sicurezze che funziona in caso di anomalie bloccando le vetture. Trasporta le persone fino a 1100 metri di altezza da Castellammare di Stabia ed è l’unica funivia del Sud Italia totalmente riammodernata nel 2018.

Controlli sistematici alla funivia del Monte Faito

Hanno dei registri con prove giornaliere e settimanali, nonché quelle mensili per testare gli attacchi delle funi traenti delle cabine. Mentre una volta l’anno si simulano delle rotture e allentamenti delle funi per accertarsi che il freno sulle vetture entri in funzione.

Inoltre le funi vengono sottoposte ad una specie di radiografia per vedere se ci sono eventuali anomalie nei cavi. Solo nel 2019, prima del Covid, la funivia del Faito, ha raggiunto il record di 105mila viaggiatori in 7 mesi.

Proprio ieri Umberto de Gregorio, presidente Eav, intervenendo durante la trasmissione Barba e Capelli aveva affermato: “Le condizioni di sicurezza sono garantite da controlli che vengono fatti sistematicamente. Ci tengo a sottolineare un aspetto: tutti gli operatori della funivia del Faito hanno un senso di appartenenza molto forte e molto bello“.

Potrebbe anche interessarti