Comunali 2021, Manfredi: “É tempo di costruire la grande Napoli che tutti vogliamo”

Gaetano Manfredi, ex Ministro dell’Università e Ricerca ed ex rettore della Federico II, questa mattina, con la stampa, ha tenuto la presentazione della sua candidatura a sindaco di Napoli.

Gaetano Manfredi, presentazione della candidatura a sindaco di Napoli

Queste le sue parole: “Stiamo vivendo un momento storico particolare. A valle dell’emergenza pandemica abbiamo grandi sofferenze ma anche opportunità. Dobbiamo ricostruire il Paese, cogliere le opportunità per ritrovarci una Napoli protagonista che sia rispettata a livello internazionale, che sia punto di riferimento per una nuova dimensione di crescita e riacquisti quel ruolo di grande capitale del Sud e di grande città europea che nella storia ha sempre ricoperto”.

“Bisogna mettersi in campo, dare il proprio contributo alla città. Io da 40 anni ho sempre operato qui, ho cercato di fare il meglio possibile per poter dare opportunità ai nostri giovani, creare lavoro, avere quello che tutti ci aspettiamo: benessere, rispetto e dignità per ognuno. In un momento difficile come questo dobbiamo avere il coraggio di stare in campo e metterci a disposizione della comunità”.

“Per fare questo è importante che ci sia una grande azione collettiva, di rapporto forte tra città, Regione, Governo e Europa. Solo così si raggiungono grandi obiettivi. Tutte le forze sane della città si devono sentire responsabilizzate, scendere in campo. Faccio appello a tutte le forze civiche e positive sulla nostra città per scommettere su questo futuro nuovo”.

“Per farlo bisogna avere visione, coraggio, sporcarsi le mani e mettere qualcosa del proprio al servizio degli altri. Veniamo da 10 anni di conflitti, discussioni e divisioni. I risultati ci dimostrano quali sono stati gli effetti: una città impoverita, smarrita e isolata che ha bisogno di un grande rilancio”.

“Dobbiamo aprire una stagione nuova che faccia della collaborazione e del futuro il proprio obiettivo. Abbiamo bisogno di cittadini, istituzioni, impegno pubblico e privato. Dobbiamo rendere Napoli una città capace di attrarre investimenti, su cui tutti vogliono scommettere. Napoli è un brand straordinario. Tutti i posti del mondo sanno chi è Napoli. Dobbiamo riportare il mondo a Napoli e portare Napoli nel mondo”. 

“Per far questo ci vuole una sintesi. Io rappresento una coalizione ampia che ha dei valori condivisi. Dobbiamo essere rigidi nei valori ma inclusivi per mettere al centro le diverse sensibilità. Questa è una città complessa, dobbiamo fare in modo che questa complessità diventi il suo valore”.

“Nei prossimi giorni avremo un incontro con i rappresentanti della coalizione e, insieme ai cittadini, cominceremo un percorso per costruire un grande cantiere per Napoli. Nel 2026 sarà una città molto diversa da quella che oggi viviamo: più semplice, organizzata, ricca e inclusiva”.

“Dobbiamo trasformare il valore della nostra storia in un’opportunità. Questa è una grande occasione collettiva che dobbiamo accogliere tutti insieme. Ci saranno risorse importanti nei prossimi 5 anni, dobbiamo essere in grado di investire bene e organizzare la città”.

“Mi rendo conto che è una sfida difficile anche per la situazione economica del Comune ma ci sono strumenti per riequilibrare i conti. Non bastano le risorse ci vuole un’organizzazione amministrativa efficiente, che sia in grado di dare risposte ai cittadini. Il lavoro sarà duplice: bisogna mettere in sicurezza i conti e riorganizzare la macchina comunale. Dobbiamo ritornare protagonisti di Italia e d’Europa. Napoli era la meta obbligata di tutti quelli che erano i potenti del mondo. Dobbiamo tornare ad essere quello e lo faremo, sono molto confidente”.

“Tutti vogliono dare una mano, essere parte di questo progetto. Questa è un’occasione storica per tutti ma ci vogliono affidabilità e fiducia, bisogna credere e investire in una città nuova. Il mio impegno non sarà isolato. Nessuno da solo può risolvere problemi così grandi ma metterò in campo una squadra di competenze al massimo livello perché solo così possiamo affrontare una sfida così difficile. Ho raccolto già tante disponibilità”.

“Penseremo a tutti, non solo a una parte, ai pochi o ai privilegiati. Faccio un appello alle forze migliori della città affinché si impegnino in questa sfida. Tutti devono sentirsi protagonisti. Se vinceremo, vinceremo tutti. Questa è l’occasione vera per poter ripartire, guardare lontano, costruire una grande Napoli che tutti noi vogliamo. C’è voglia nel mondo di una grande Napoli”.

Potrebbe anche interessarti