AstraZeneca e Johnson alle donne, Bassetti chiarisce: “Sconsigliato solo a chi prende la pillola”

vaccino astrazeneca aifaA seguito del caso della 18enne di Genova, colpita da trombosi dopo la dose di AstraZeneca, Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie Infettive dell’ospedale San Martino, ha chiarito le modalità di utilizzo dei vaccini a vettore virale, da limitare soltanto per le donne che assumono la pillola anticoncezionale.

AstraZeneca, Bassetti: “Sconsigliati solo alle donne che prendono la pillola”

Di recente la dott.ssa Chiara Azzari, immunologa e docente di Pediatria all’Università di Firenze, è intervenuta sulla questione dei vaccini a vettore virale, ovvero quelli prodotti da AstraZeneca e Johnson&Johnson. Secondo l’esperta tali farmaci sono da escludere per le donne giovani, non solo per la prima ma anche per la seconda dose. Ciò in quanto gli eventi avversi, seppur rarissimi, hanno coinvolto proprio quella specifica fascia di popolazione.

Per il prof. Bassetti, invece, il campo si stringe alle sole donne che assumono la pillola anticoncezionale. All’Adnkronos Salute, infatti, ha rivelato: “I vaccini AstraZeneca e Johnson sono sconsigliati solo a chi prende la pillola. Lo stesso discorso vale anche per altri trattamenti estroprogestinici”.

“Si è visto che in persone giovani che prendevano questi farmaci è stata registrata una maggior frequenza di eventi avversi rari come le trombosi: 6-7 casi ogni milione di vaccinati. Eventi rarissimi, ribadisco, ma possibili. Dopo il caso della 18enne colpita da trombosi, in Liguria molti stanno disdicendo la prenotazione per il vaccino AstraZeneca. Ai ragazzi voglio dire di stare tranquilli, in tutto il mondo i giovani sono stati sottoposti al vaccino e gli effetti collaterali sono stati minimi”.

Potrebbe anche interessarti