Meteo, questa del 2021 non sarà la solita estate: niente afa e qualche temporale

Nonostante sia passata una settimana dall’inizio del mese di Giugno, il clima degli ultimi giorni non sembra esser affatto estivo. Negli ultimi anni, già in questo periodo, le giornate erano contrassegnate da un caldo quasi insopportabile. Tutto merito dell’anticiclone africano, il quale arrivava stazionando per lunghi periodi nel nostro Paese. La sua presenza rendeva il clima estivo quasi insostenibile, al tal punto che il desiderio di una rinfrescante giornata di pioggia era comune in tutti gli italiani. Certo, giornate di mal tempo ci sono state, ma di certo non miglioravano molto la concione insostenibile che l’Italia era costretta a vivere.

La situazione, però, quest’anno sembrerà essere diversa. A dirlo è ilmeteo.it. Se durante le scorse estati l’arrivo della pioggia faceva tirare un sospiro di sollievo tra il caldo e l’afa, nei prossimi mesi le giornate saranno molto più sopportabili. La stagione estiva, che tra qualche settimana avrà inizio, non sarà paragonabile alle precedenti. Quella che vivremo quest’anno sarà infatti la vera estate italiana. Non mancheranno le solite giornate calde, interrotte da qualche temporale, e le temperature non toccheranno valori da primato. Insomma, per quest’anno si può dire addio alle notte insonni a causa dell’afa e alle uscite saltate per le temperature troppo alte.

Addio quindi anche all’idea che la stagione estiva sia caratterizzata da un lungo caldo ininterrotto per quasi tre mesi. E addio, di conseguenza, anche ad una certezza meteorologica che in questo difficile momento storico avrebbe potuto dare una sorta di serenità. Non bisogna infatti dimenticare che i fenomeni atmosferici, per chi in minima parte, per chi un po’ di più, influiscono sullo stato d’animo e sull’umore. Non dovrà stupire anche la mancanza di una tranquillità attesa per quasi un anno, durante il quale si sono sviluppati sogni di una vacanza all’insegna del solito caldo afoso. Insomma, un’estate anomala rispetto a quelle che ormai siamo abituati.

Potrebbe anche interessarti