Visite senologiche gratuite in farmacia: nasce il progetto “Amati”

Per incentivare la prevenzione al tumore al seno, l’Ospedale Evangelico Betania di Napoli e l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, in collaborazione con CEF, hanno dato vita alla campagna “Amati“. Si tratta di un’iniziativa che permetterà alle donne di tutta la Campania di prenotare una visita senologica gratuita in una delle farmacie aderenti. Tra queste ultime vi troviamo:

  • Farm. Mater Dei Dr. Mirone – VIA G. APPULO, 13 – Napoli – NA
  • Farm. Giliberti – VIA BARTOLO LONGO, 66A – Napoli – Na
  • Farm. Vona Petrucci – VIA CAVALLEGGERI D’AOSTA, 116 – Napoli – Na
  • Farm. Mattera Dr. Mattera Francesco – VIA NICOLARDI, 152- Napoli – Na
  • Farm. Boscia Dr. Carlo – C.SO PONTICELLI, 20A/22 Napoli – Na
  • Farm. Calabrese – VIA EPOMEO, 243 – Napoli – Na
  • Farm. Calabrese – VIALE DELLE METAMORFOSI, 112 Napoli – Na

Ma queste non sono le uniche. Ce ne sono tante altre che hanno aderito in tutta la Campania, e sono elencate sul sito ufficiale dell’Ospedale Evangelico Betania.

“Amati”: parlano le responsabili dell’organizzazione

“Il progetto AMATI” spiega la Presidente della Fondazione Evangelica Betania, Cordelia Vitiello, “nasce da una collaborazione multi-istituzionale tra l’Ospedale evangelico Betania, le farmacie socie e clienti CEF e l’Azienda Ospedaliera dell’Università di Napoli Federico II.

L’Ospedale Evangelico Betania ha una documentata esperienza nel trattamento del tumore mammario con oltre 500 interventi di cancro alla mammella effettuati nello scorso anno e l’attivazione già dal 2019 del Gruppo Multi-disciplinare Oncologico composto da più professionalità dedicate al trattamento della patologia mammaria. Tale approccio permette una presa in carico globale della paziente che viene accompagnata per tutto il percorso diagnostico e terapeutico”.

Queste invece le parole della Professoressa Grazia Arpino, oncologa presso l’Azienda Ospedaliera dell’Università di Napoli Federico II e responsabile del Gruppo Multidisciplinare Oncologico interaziendale AOU Federico II: “Nonostante il miglioramento delle terapie, il tumore della mammella, purtroppo, continua ad essere la prima causa di morte per neoplasia nella popolazione femminile”.

“La diagnosi precoce, pertanto, gioca ancora un ruolo fondamentale per aumentare la probabilità di cura in queste pazienti. La pandemia e la prolungata emergenza sanitaria hanno causato nell’ultimo anno e mezzo una drastica riduzione degli accessi ospedalieri ed ambulatoriali per visite senologiche, mammografie o ecografie mammarie e questo si sta traducendo in un aumento di tumori diagnosticati in una fase di crescita già avanzata. Gli effetti a lungo termine di tutte queste diagnosi tardive molto probabilmente comporteranno un ulteriore aumento della mortalità”.

“L’iniziativa, appena partita, coinvolge 28 farmacie campane il cui elenco è disponibile di seguito e sta già riscontrando un grande interesse, con circa 100 visite prenotate nella prima settimana. Ci piace pensare che anche questo sia un segno di graduale ritorno alla normalità e di ritrovato interesse per il proprio stato di salute”, afferma la Dott.ssa Maria Antonietta Iacovaccio, Direttrice Retail CEF.

 

 

 

Potrebbe anche interessarti