Vaccini Covid, chiusi hub di Fagianeria e Museo Madre: mancano prenotazioni

Cattive notizie per la campagna vaccini a Napoli: domani saranno chiusi gli hub di Fagianeria e Museo Madre. Ad annunciarlo, Ciro Verdeoliva, direttore generale dell’Asl Napoli 1 Centro. La causa, però, non è la mancanza di vaccini, ma quella di persone che vogliono vaccinarsi. Nelle scorse settimane c’erano stati boom di prenotazioni anche grazie agli Open Day, poi calma piatta, probabilmente perché coloro che volevano vaccinarsi l’hanno già fatto e resta da convincere coloro che sono restii a farlo.

Queste le parole di Ciro Verdeoliva, raccolte da Ansa, sugli hub per i vaccini chiusi a Napoli: “Domani teniamo chiusi gli hub di Fagianeria e del Museo Madre. Non perché manchino i vaccini, ma perché mancano le persone da vaccinare. Siamo poco oltre il 60% della popolazione vaccinata ma le altre non aderiscono“.

Avevamo 10, perfino 12.000 adesioni al giorno, ora siamo a 2-300 di media, non arriviamo mai a mille. Eppure abbiamo fatto tanti appelli perché il 60% non è una quantità che ci garantisce l’immunità di gregge in città. C’è una fetta delle persone che hanno aderito che abbiamo convocato anche 4 volte e non si sono mai presentate. Siamo completamente fermi sulle prime dosi e non ci resta che continuare ad affidarci al senso responsabilità del popolo di Napoli di credere nella campagna vaccinale“.

Nella giornata di domani, quindi, resteranno aperti solo gli hub vaccinali di Mostra d’Oltremare e l’Hangar di Capodichino per le seconde dosi di Pfizer e la Stazione Marittima con 1200 prenotazioni tra i 12 e i 59 anni e 200 persone che rientrano nelle categorie speciali. L’Asl Napoli fa sapere che terrà i centri aperti nella speranza di nuovi arrivi e realizzerà anche nuovi Open Day.

Potrebbe anche interessarti