Silvestro Delle Cave. A 9 anni ucciso da tre pedofili, ritrovato il libro di terza elementare

Dopo 23 anni dalla morte è stato ritrovato un libro di scuola di Silvestro Delle Cave, il bimbo di 9 anni violentato da tre pedofili per giorni, ucciso e fatto a pezzi a Cicciano, nel Nolano.

Come riporta Il Messaggero, proprio quando si inaugurava un parco in sua memoria è saltato fuori il sussidiario di terza elementare dagli scantinati della scuola frequentata dal bimbo, ora riconvertita in un centro per disabili.

Secondo gli inquirenti si tratterebbe di uno strano rinvenimento, poiché quando il bimbo è stato ucciso frequentava la quarta elementare ed inoltre la cartella di Silvestro non è mai stata ritrovata. Pochi giorni fa nel Rione Gescal di Cicciano, proprio dove il bambino morì nel 1997, alla sua memoria è stato intitolato un parco. “Dall’innocenza violata all’innocenza salvata” c’è scritto sulla targa apposta al parco.

Silvestro Delle Cave, ucciso a 9 anni

Silvestro aveva 9 anni e viveva a Roccarainola, un piccolo centro abitato tra Napoli e Avellino. Silvestro giocava spesso presso il rione popolare delle case Gescal con i suoi amici, uno di quei giorni il bimbo si imbatte in un anziano che lo invita a salire a casa sua, da quel momento iniziano gli abusi che il vecchio perpetua insieme al genero e al cognato.
I tre pedofili per paura di essere scoperti lo uccidono colpendolo con un bastone alla testa, fanno a pezzi il corpo del piccolo e gli danno fuoco. Era l’8 novembre 1997. Dopo 8 anni, il 12 aprile 2005, viene ritrovata una valigia con dentro i resti e alcuni oggetti, scarpette da tennis e frammenti di abiti, appartenuti al piccolo Silvestro.

Potrebbe anche interessarti