Caldo record, due giovanissimi morti al Sud: domani bollino arancione anche su Napoli

Non si arresta l’ondata di caldo che sta investendo soprattutto il Sud Italia registrando un bilancio di due morti: l’allerta prosegue anche per la città di Napoli che nella giornata di domani sarà segnata dal bollino arancione.

Ondata di caldo al Sud Italia: due morti e bollino arancione per Napoli

Stando a quanto reso noto dall’edizione di Bari de ‘La Repubblica’, in Puglia il caldo ha già fatto due vittime. Si tratta di un 35enne, colpito da un malore a Lecce durante le ore lavorative, e di un 27enne deceduto in provincia di Brindisi.

Il Ministero della Salute, aggiornando il consueto bollettino sulle ondate di calore, ha reso note le zone in cui le condizioni climatiche, caratterizzate da temperature elevate e assenza di ventilazione, peggioreranno nel corso dei prossimi giorni. Tra queste la città di Napoli che, nella giornata di domani, passa dal livello di allerta di colore giallo a quello arancione. Tale classificazione indica l’avvento di temperature elevate e condizioni meteorologiche che possono avere effetti negativi sulla salute della popolazione, in particolare nei sottogruppi di popolazione suscettibili.

Ad essere segnate dal bollino rosso, che indica il massimo livello di allerta, saranno le seguenti città: Campobasso, Catania, Palermo e Reggio Calabria. Condizioni stabili, da bollino verde, caratterizzeranno, invece, le aree del Centro-Nord.

Tuttavia, stando alle previsioni meteo, il caldo record registrato in questi ultimi giorni potrebbe avere le ore contate. Già sul finire della giornata di oggi potremmo assistere ad un cambiamento, seppur minimo, grazie ad un moderato calo di energia da parte dell’alta pressione che potrebbe porre fine, almeno momentaneamente, a questo clima dall’aria a tratti irrespirabile. Una situazione che dovrebbe tradursi in un lieve calo delle temperature prima al Centro-Nord e poi, a partire dal weekend, anche al Sud. La città di Napoli, infatti, già da domenica, 27 giugno, tornerà ad essere segnata dal bollino giallo (che indica un livello di pre-allerta).

Potrebbe anche interessarti