De Luca: “Campania immune a novembre. Vaccinatevi tutti per tornare alla vita normale”

Il Presidente Vincenzo De Luca, nel corso della consueta diretta del venerdì, ha annunciato l’obiettivo di concludere l’immunizzazione della Campania entro il mese di novembre.

De Luca: “Immunizzazione della Campania entro novembre”

Innanzitutto ha avanzato un paragone tra la situazione attuale e quella dello scorso anno: “Il 1 luglio 2020 avevamo 9 positivi, 16 persone in ospedale e 0 ricoveri in terapia intensiva. Oggi abbiamo 107 positivi, 217 ospedalizzati e 19 in terapia intensiva. Cosa vogliono dire questi dati? Che dobbiamo essere angosciati? Assolutamente no, ma dobbiamo essere prudenti”.

“Abbiamo un elemento positivo in più che sono le vaccinazioni fatte, ma un elemento di preoccupazione perché abbiamo comunque centinaia di migliaia di concittadini che non hanno fatto ancora una dose. Questa cosa della mascherina è un piccolo sacrificio che vi chiedo di fare e che potrà portare un grande beneficio.

Sì è un fastidio. Pure il casco, la cintura di sicurezza sono fastidi ma servono ad evitar danni e a salvarti la vita. Abbiamo davanti uno scenario di maggiore tranquillità ma dobbiamo essere prudenti perché siamo in un territorio difficile, una realtà di grande congestione urbana”.

“I decreti nazionali obbligano comunque a tenere la mascherina in fiere, supermercati, mezzi di trasporto. Noi abbiamo aggiunto solo una cosa: che è obbligatoria in strada. Ciò non significa che alle 6 di mattina fai footing e la metti, così come la puoi togliere al ristorante o in spiaggia.

Ma è stupido tenerla in tasca e metterla quando c’è l’assembramento. In Campania bisogna metterla subito perché quando esci l’assembramento c’è sempre. Anziché fare queste manfrine mettetevi la mascherina perché la contagiosità della variante Delta si sviluppa in 10 secondi. Vai per strada incontri un amico ti scambi un saluto e ti puoi contagiare”.

Quanto al prosieguo della campagna vaccinale: “Ci siamo posti l’obiettivo di immunizzare la Campania entro il 2021. Questo vuol dire che dobbiamo fare la seconda dose per quelli che mancano all’appello. Dobbiamo passare dai 5 milioni agli oltre 9 milioni.

Questa battaglia la si vince con la tenacia. Quando non ci si distrae, non ci si stanca per strada. Dobbiamo avere una tenacia feroce, tedesca. Dobbiamo fare 9 milioni di vaccinazioni entro il mese di novembre e così dovrà essere“.

“Volevamo avere il 70% di vaccinati a Napoli per inizio luglio ma abbiamo avuto qualche distrazione e un rilassamento da parte dei cittadini. Ora riscontriamo una ripresa della voglia di vaccinarsi. Non perdiamo questa voglia, e aiutateci a raggiungere questo obiettivo. Dobbiamo avere tutta la Campania immunizzata entro fine novembre se vogliamo riprendere la vita normale e se vogliamo raggiungere l’obiettivo di aprire tutto e per sempre”.

“Mantenete la mascherina e vaccinatevi tutti. Utilizziamo il mese di luglio. Se ci vacciniamo a inizio luglio possiamo fare anche la seconda dose al massimo nei primi giorni di agosto quindi prima di partire per le ferie. Approfittiamo di questo mese sia per i richiami che per la prima dose. Ormai facciamo solo Pfizer e Moderna, tranne che per i richiami di AstraZeneca.

L’estate è un periodo di rimescolamento sociale. Arriveranno al Sud e in Campania dal Nord, dai Paesi esteri milioni di persone. Più siamo vaccinati più siamo protetti e tranquilli. Grazie a Dio abbiamo anticipato di due mesi la somministrazione dei vaccini nelle isole, nei luoghi turisti, la fascia costiera andando oltre le indicazioni che venivano da Roma. Noi anticipiamo sempre”.

Potrebbe anche interessarti