De Luca: “Dobbiamo vaccinare sotto i 18 anni o rischiamo di non aprire le scuole”

Il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, durante la visita all’hub vaccinale di Benevento, ha fatto il punto sulla questione coronavirus sollecitando anche i ragazzi sotto i 18 anni ad aderire alla vaccinazione per poter riaprire in sicurezza le scuole.

De Luca: “I ragazzi sotto i 18 anni devono aderire alla vaccinazione”

Queste le sue parole: “Noi siamo un Paese particolare in Italia, una delle categorie di persone difficile da trovare è quella degli uomini liberi. Siamo un Paese curioso. Quando ci si ritrova da uomini liberi bisogna lavorare insieme. Benevento sarà la prima provincia della Campania covid-free. A fine aprile avremmo completato la seconda dose per il 70% della popolazione. Questo hub è una delle cose che abbiamo fatto in difformità dalle regole nazionali. Se avessimo ascoltato quelle cose che dicevano in termini ottusamente burocratici questo lavoro non lo avremmo fatto”.

“Abbiamo vaccinato la parte produttiva, il comparto turistico, altrimenti ci saremmo giocati la stagione turistica. Quindi siamo andati avanti ed è stata un’altra bella operazione che ha prodotto risultati importanti. Abbiamo alberghi e isole piene. Noi dobbiamo mantenere la linea della Regione Campania: aprire tutto ma per sempre, non per finta. Non ha senso fare gli scapigliati, la ricreazione per poi dover chiudere a ottobre di nuovo tutto”.

“Affinché questo avvenga dobbiamo essere responsabili e fare non le cose più comode ma giuste. Abbiamo sforato la soglia dei 5 milioni di vaccinati ma dobbiamo arrivare a fare oltre 9 milioni di somministrazioni. Abbiamo ancora persone che non si sono vaccinate per loro scelta, sbagliando.

“In più abbiamo alle porte l’apertura dell’anno scolastico. Se non vogliamo tornare a fare la didattica a distanza dobbiamo vaccinare tutta la popolazione studentesca sotto i 18 anni. C’è stata una comunicazione disastrosa su AstraZeneca, abbiamo avuto 10 indicazioni diverse. Dobbiamo tornare ad avere un rapporto di fiducia e vaccinare sotto i 18 anni altrimenti rischiamo di non poter aprire l’anno scolastico in presenza”. 

“Dobbiamo essere prudenti. Tenete presente che in Italia la mascherina comunque è obbligatoria al chiuso, sui mezzi di trasporto. Noi abbiamo deciso di renderla obbligatoria solo nei luoghi di assembramento, di movida, quando si passeggia nei loghi commerciali dove l’assembramento è inevitabile. Vi prego davvero di essere responsabili. Dobbiamo fare fino in fondo la campagna di vaccinazione per essere tranquilli”.

Potrebbe anche interessarti