Variante delta, aumentano i contagi in Europa: Spagna e Portogallo zona rossa

variante delta europaI contagi covid in Europa tornano ad aumentare a causa della variante delta che si sta espandendo a macchia d’olio. Nel più recente aggiornamento dell’Ecdc, il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, è stata pubblicata la mappa con i colori dei Paesi dell’Unione europea. La mappa classifica le zone a maggiore o minore pericolo di diffusione del coronavirus.

Variante Delta in Europa – quali sono i Paesi a rischio

La Spagna e il Portogallo sono le uniche regioni in Europa a essere classificate come zone rosse. Vuol dire che nelle ultime due settimane hanno avuto un aumento dei contagi compreso tra 75 e 200 casi ogni 100mila abitanti e un tasso di positività superiore al 4%, oppure un numero di contagi compreso tra 200 e 500 ogni 100mila persone.

L’Italia resta tutta in verde, il colore che denota il minor rischio epidemiologico per la Covid-19. Anche la settimana scorsa il nostro Paese era tutto in verde, ma stavolta il Friuli-Venezia Giulia viene segnato in grigio, colore che segnala l’assenza di dati disponibili.

In arancione anche una parte della Grecia, tra cui le Cicladi, Creta e Rodi, la regione di Bruxelles in Belgio, il Lussemburgo, buona parte dell’Olanda, tutta l’Irlanda, una parte della Svezia e della Norvegia, un lembo della Danimarca e della Finlandia. Il resto è in verde.

L’Inghilterra, nonostante i contagi di variante delta siano sempre di più, non è classificata nella mappa poiché non facente più parte dell’Unione Europea.

Nel frattempo, proprio a causa della variante delta, il direttore scientifico della Pfizer ha ipotizzato una terza dose di vaccino. L’azienda vuole richiedere entro agosto alla Fda (USA) e all’Ema (UE) il via libera per produrre la terza dose che, potrebbe essere somministrata tra i 6 e i 12 mesi dopo la seconda iniezione, per debellare in maniera definitiva il virus e il rischio di ospedalizzazione e morte.

Potrebbe anche interessarti