MESSAGGIO POLITICO ELETTORALE

Come si impara l’inglese da soli: guida per il successo

Se l’obiettivo che vuoi raggiungere è apprendere l’inglese da autodidatta sappi che è possibile. Dovrai solo essere costante, sfruttare le risorse a disposizione e organizzare un programma di apprendimento che si rivelerà più piacevole e fruttuoso di quanto immagini. Vediamo come.

 

La grammatica, i vocaboli e la pronuncia

La struttura della frase e la sintassi devono essere sicuramente studiate ma molte costruzioni le imparerai sia con la pratica che utilizzando dei testi in cui le regole grammaticali sono esposte attraverso situazioni di vita quotidiana. Il discorso della pronuncia è un po’ diverso in quanto dovrai imparare ad associare ad ogni vocabolo la pronuncia corretta per permettere all’interlocutore inglese di comprenderti. Un esempio tra tutti riguarda la h aspirata che deve essere fatta sentire per non incorrere in equivoci, infatti “I hate” e “I ate” hanno significati profondamente differenti poiché il primo significa “io odio” e il secondo “ho mangiato”. Per quanto riguarda i vocaboli, invece, basterà impararne un numero minimo tutti i giorni per un certo periodo: in poco tempo un vocabolario di base composto da 500/600 parole ti permetterà di esprimerti. Ma quali sono i metodi che possono velocizzare l’apprendimento? Musica, film e giornali sono utilissimi e ti aiuteranno a imparare l’inglese divertendoti.

 

Canzoni e notizie alla radio

Se sei un appassionato di musica, impara a memoria i testi delle canzoni in inglese e poi ascoltali più volte, in questo modo potrai capire come si pronunciano molte parole e cercare sul vocabolario quelle che non conosci. I video musicali sono spesso corredati dal testo e questo ti permetterà di cantare insieme alla tua band preferita. Online sono poi disponibili stazioni radio che trasmettono news, musica e programmi e ti supporteranno nella comprensione della lingua parlata e nella adozione di una corretta pronuncia. Se la scelta cade sui podcast in inglese ti basterà avere il cellulare e le cuffie per accedere a tantissimi materiali ovunque tu sia: molti sono gratuiti.

 

Film e serie TV

Scegli un film o una serie TV e seleziona l’audio in inglese e i sottotitoli in italiano, in questo modo potrai imparare la pronuncia e il significato dei vocaboli. Facendo la cosa inversa, cioè guardando un film in italiano e mettendo i sottotitoli in inglese perderesti il beneficio di ascoltare come gli inglesi pronunciano i vari termini ma sarebbe comunque utile per imparare parole nuove. Il primo metodo richiede un maggiore impegno ma la comprensione della conversazione avviene in tempi più rapidi. Con un po’ di pratica potrai poi selezionare la lingua inglese sia per l’audio che per i sottotitoli.

 

Giornali, riviste e libri

Molti giornali puoi trovarli in rete e per alcuni è possibile leggere gli articoli senza fare l’abbonamento. Per esempio potrai leggere il New York Times o l’HuffPost ma anche visitare i siti della BBC e della CNN per le news o i reportage. Se preferisci le riviste scegli gli argomenti che più ti appassionano perché apprendere sarà sicuramente più interessante, dalla moda alla casa, passando per il giardinaggio, sono disponibili vari magazines: Vogue e Country Living sono alcuni esempi. Anche un libro potrà rivelarsi utile, soprattutto se lo hai già letto nella tua lingua perché ti sarà più facile comprendere vicende e personaggi.

 

Comunicare in inglese

L’abitudine a comunicare in inglese in chat con i tuoi amici madrelingua ti porterà gradualmente a pensare nella lingua straniera invece che in italiano. La stessa cosa avviene se ricevi messaggi vocali perché potrai ascoltare sia la pronuncia che l’intonazione adottate dai tuoi interlocutori anglofoni. Se invece ti trovi all’estero studia un certo numero di vocaboli e poi parla in inglese, senza timori, nel market, al ristorante e al pub: sarà un esercizio molto utile. Buona fortuna!

Potrebbe anche interessarti