MESSAGGIO POLITICO ELETTORALE

De Luca: “Vecchi caproni contrari al Green Pass, vergognatevi. Sono imbestialito”

Il Presidente Vincenzo De Luca, nel corso del consueto aggiornamento alla cittadinanza, si è scagliato contro coloro che si sono mostrati contrari alla misura del Green Pass.

De Luca: “Vecchi caproni contrari al Green Pass, vergognatevi”

Queste le sue parole: “I più irresponsabili sono Salvini e Meloni. Un anno fa quando non c’erano i vaccini organizzavano cortei senza mascherina e chiedevano cose cervellotiche. Se li avessimo seguito oggi l’Italia sarebbe chiusa tutta. Ancora oggi abbiamo da parte di questi due esponenti politici una posizione gravemente irresponsabile. Non si capisce bene cosa propongono. Adesso la battaglia è contro il green pass. Premessa: questi due insieme con molti altri che fanno la battaglia si sono vaccinati a testimonianza di un livello di incoerenza insopportabile”.

“Se sei contrario alle vaccinazioni, al Green Pass, non ti vaccinare. Questa è gente che si vaccina. Quel signore di Milano si è fatto la seconda dose tutto contento però si batte contro il Green Pass come se rappresentasse il martirio. La libertà la dobbiamo difendere per le donne afghane, quelle hanno un problema di libertà non chi viene chiamato ad esibire un certificato. Questo problema lo ha conosciuto Liliana Segre quando è stata portata in un campo di concentramento ad Auschwitz. Quelli sono i problemi seri di libertà”.

“Abbiamo avuto la firma da parte di 300 docenti universitari contro il Green Pass un altra prova di irresponsabilità. Io sono imbestialito. Ho sentito le dichiarazioni di un tale Barbero che intanto si è vaccinato. Lui dice ‘io sarei anche favorevole al vaccino però a condizione che il Governo lo renda obbligatorio’. Tu come cittadino sei favorevole sì o no? Perché se preferisci che il Governo decida non devi firmare contro il Green Pass ma l’appello al Governo per rendere obbligatorio il vaccino se vuoi essere una persona coerente e non un maledetto ipocrita che pensa di fare l’intellettuale radical chic sulla pelle dei cittadini italiani”.

“Ha detto di lottare contro l’ipocrisia perché secondo lui il Green Pass diventa una misura discriminatoria nei confronti della libertà. Caro amico mio quando abbiamo introdotto l’obbligo di vaccinazione per il personale medico tu dove stavi? Quando dovevamo decidere di mettere in sicurezza gli ospedali andava bene la limitazione della libertà?”

“Quando non c’era il vaccino e si sono chiusi i reparti ordinari allungando i tempi per gli interventi oncologici, cardiologici, togliendo diritto alla salute ai malati di tumore allora non vi siete accorti che abbiamo tolto la libertà di cura? Cialtroni, altro che difesa della libertà. In un Paese serio la libertà cammina di pari passo con la responsabilità, non esiste di fare quello che ti passa per la testa. La libertà senza limiti è il nulla, è una cosa reale perché ha dei limiti che ne definiscono l’ambito di vita e di esercizio”.

“Un’altra considerazione per dimostrare il livello di cialtroneria. Voi potreste essere cialtroni ma coerenti se avreste il coraggio di dire di togliere l’obbligo di vaccinazione per i bambini. In questo momento è obbligatoria la vaccinazione per i bambini di 1 anno, per il vaccino esavalente, tre dosi in un anno per il vaccino contro la poliomelite, il tetano, l’epatite e altro. Tre dosi di vaccino in un anno poi dopo i 15 mesi fanno altre 4 vaccinazioni, poi il richiamo per l’esavalente e così via. Vergognatevi”.

“Noi accettiamo di rendere obbligatorio il vaccino per i bambini poi abbiamo vecchi caproni di 60 anni o pseudo intellettuali che in nome della libertà contestano il Green Pass. Vergognatevi, voi siete un esempio di ipocrisia e incoerenza. Dovete avere lo stomaco di dire che non deve essere più obbligatorio il vaccino neanche per i bambini, perché secondo il vostro ragionamento anche quella è una limitazione di libertà”.

Ribadisce poi i motivi per i quali diventa necessaria la copertura contro il covid in alcuni luoghi: “Quando vi sono bambini che hanno l’emofilia, leucemia, sono immunodepressi se trovano un coetaneo che non si è vaccinato e li contagia muoiono. E’ chiaro perché ci vuole responsabilità e perché nei luoghi di affollamento e nelle scuole bisogna avere la vaccinazione obbligatoria? Per rispettare la vita delle persone immunodepresse, altro che la libertà”.

Quanto all’appello di rendere gratuiti i tamponi ha risposto: “Tu hai la possibilità di fare gratuitamente il vaccino e poi lo Stato ti deve garantire il tampone gratis? Stiamo arrivando a livelli di demenzialità pura. La verità è che in momenti di emergenza tutte le situazioni di parassitismo, anomalie, cattive abitudini vengono a galla”. 

Potrebbe anche interessarti