MESSAGGIO POLITICO ELETTORALE

Orgoglio napoletano: l’Esmo sceglie Ascierto come autore di un libro sul melanoma

Arriva un importante riconoscimento per il professor Paolo Ascierto, direttore di Oncologia Medica e Terapie Innovative del Pascale di Napoli, noto anche per essersi distinto nella battaglia al coronavirus: l’Esmo, Societa Europea dei Medici Oncologici, ha scelto proprio il ricercatore napoletano come autore di un libro sul melanoma.

Ascierto scelto dall’Esmo come autore di un libro sul melanoma

L’Esmo, con 25 mila membri che si attestano come professionisti dell’oncologia provenienti da oltre 150 Paesi in tutto il mondo, ha voluto il dott. Ascierto per firmare la prima edizione di ‘Melanoma & other skin cancers: essentials for clinicians’. Un volume scritto a 6 mani che vede, insieme all’oncologo partenopeo, il contributo di altre due esperte, una polacca e una americana, ovvero Iwona Lugowska e Ruth Plummer.

Nel libro viene fornita una panoramica aggiornata e multidisciplinare dei vari aspetti che riguardano il melanoma e gli altri tumori della pelle: dall’epidemiologia alla patologia fino alle opzioni di trattamento attuali e innovative. Il tutto sulla base di evidenze scientifiche raccolte tramite lo studio accurato dei pazienti affetti dalla malattia.

Il contenuto è organizzato in due sezioni, dando voce ai principali ricercatori e clinici sul cancro della pelle di tutto il mondo. La prima sezione ‘Ciò che ogni oncologo dovrebbe sapere’ affronta tematiche relative all’epidemiologia, prevenzione, screening, sorveglianza, stadiazione, fattori prognostici e attuale trattamento del melanoma.

La seconda parte ‘Conoscenza più avanzata’ affronta i progressi della ricerca e del trattamento della malattia, fornendone un preciso approfondimento e trattando il capitolo degli obiettivi emergenti e della medicina personalizzata. La presentazione del volume è attesa per il prossimo convengo dell’Esmo che si terrà dal 17 al 21 settembre a Parigi.

Grande la soddisfazione del polo oncologico partenopeo che trapela nelle parole del direttore generale Attilio Bianchi: “Ancora una conferma del valore dei nostri ricercatori che ci riempie di orgoglio e di impegno ulteriore per il futuro. I nostri oncologi a Parigi rappresenteranno il Pascale a nome di tutti i ricercatori del nostro Istituto”.

Il Pascale di Napoli, dunque, continua ad attestarsi come punto di riferimento per il trattamento delle malattie oncologiche. Già un anno fa la città di Napoli fu premiata dal sito americano ‘Expertscape’ che aveva posto l’Istituto Pascale sul podio come primo centro internazionale per la lotta al melanoma. Lo stesso Ascierto primeggia nella classifica su 65 mila esperti, accompagnato da Ester Simeone e Antonio Grimaldi, suoi collaboratori.

Potrebbe anche interessarti