Tragedia a Palinuro, sub muore annegato: era un maresciallo dei carabinieri

palinuro ugo scotti morto
Foto Mario Lucarelli sindaco

Una vera e propria tragedia si è verificata nel pomeriggio di ieri a Palinuro dove un’immersione, nei pressi della Grotta Azzurra, si è rivelata fatale per Ugo Scotti, un maresciallo dei carabinieri morto annegato.

Palinuro, addio Ugo Scotti: maresciallo dei carabinieri morto annegato

Di origini napoletane, l’uomo era il comandante di una stazione di carabinieri in provincia di Latina. Stando alle prime ricostruzioni, rese note dall’Ansa, poco dopo le 16:00  Scotti si sarebbe immerso insieme ad un amico che era in sua compagnia. E’ stato proprio quest’ultimo a lanciare l’allarme, non vedendo risalire l’amico, seppur a distanza di tempo.

Di qui l’intervento della Guardia Costiera che ha ritrovato il corpo senza vita dell’uomo. La salma è stata trasferita nell’obitorio dell’ospedale di Vallo della Lucania. Intanto è stata aperta un’inchiesta per chiarire l’intera dinamica dell’accaduto.

La notizia del decesso è stata appresa con sconforto dall’intera comunità. In molti hanno voluto ricordare Ugo, compreso il sindaco di Rocca Massima, Mario Lucarelli, che ha scritto: “Una grande perdita ed un enorme dispiacere per il decesso del nostro comandante della stazione di Cori, maresciallo Ugo Scotti. Sentite condoglianze alla famiglia e a tutta l’arma dei Carabinieri. Un sentito ringraziamento per tutto quello che hai fatto a tutela della legalità”.

Tra i messaggi di addio spicca quello di Antonello: “Stasera sono triste, oltre la perdita di un grande Carabiniere abbiamo perso anche un amico. Ciao Ugo, grazie per quello che ci hai dato”.

Soltanto pochi mesi fa una simile tragedia aveva colpito la comunità di Ercolano quando la Capitaneria di Porto aveva annunciato il ritrovamento del corpo senza vita di un sub, Francesco Castaldo, scomparso nelle 24 ore precedenti.

Potrebbe anche interessarti