Maresca: “Se divento sindaco voglio una Napoli a misura di donna. Basta aggressioni”

maresca donnaSi accende la campagna elettorale, a meno di un mese dalle elezioni, i candidati a sindaco di Napoli illustrano il loro programma e progetti per migliorare la città. Catello Maresca, che si è presentato con il centrodestra (circa 12 liste di cui sono state escluse Lega, due civiche e partito animalista) continua a spiegare cosa farà appena eletto sindaco e ora si concentra su una Napoli a misura di donna.

MARESCA: “VOGLIO UNA NAPOLI A MISURA DI DONNA, BASTA AGGRESSIONI”

Queste le parole del magistrato:

Il prossimo sindaco di Napoli dovrà occuparsi come prima cosa di rendere la città sicura, anche e soprattutto per le donne. Una richiesta portata in piazza oggi, in maniera forte e unitaria, dalle donne del centrodestra. Bisogna invertire la rotta e inserire la prospettiva di genere nelle politiche urbanistiche, intraprendendo ogni azione utile a ridurre il rischio di aggressione, come parcheggi, strade ben illuminate e copertura wifi adeguata. Noi lavoriamo perché Napoli sia finalmente una città a misura di donne”.

Qualche giorno fa Catello Maresca aveva lanciato un’altra proposta, abolire il pedaggio della Tangenziale di Napoli:

Appena eletto, nel primo mese del mandato, chiederò che il pedaggio della Tangenziale di Napoli, balzello che pesa ben 750 euro nelle tasche delle famiglie napoletane e attualmente sospeso per mettere una pezza al caos viabilità causato dal blocco della Galleria Vittoria, venga cancellato fino a quando non sarà garantita la sicurezza dei cittadini“.

Potrebbe anche interessarti