Realizzare un blog tematico: tutto ciò che c’è da sapere

internet banda largaHai una certa competenza in un determinato argomento, per il quale magari nutri anche una certa passione, e stai pensando di aprire un blog tematico? Questa è senz’altro un’ottima idea!

Perché pensare di realizzare un blog tematico?

Scrivere in un tuo blog su un argomento relativamente al quale sei in grado di produrre contenuti originali e utili per il lettore può essere un’attività assai allettante, per molteplici ragioni.

Anzitutto, in questo modo puoi coltivare al meglio la tua passione, magari cogliendo l’occasione per informarti in modo ancor più approfondito, inoltre non trascurare la possibilità di guadagnare qualcosa: se il target a cui ti riferisci rappresenta una buona nicchia e il tuo sito riesce a costruirsi una certa autorevolezza, nel tempo può pensare anche di monetizzare tramite inserzioni pubblicitarie e molti altri metodi ancora.

Ma cosa occorre per realizzare un blog tematico? Scopriamolo subito!

La realizzazione tecnica del blog

Il primo passo è, ovviamente, quello di realizzare il sito web dal punto di vista tecnico, e se temi che ciò possa essere difficile se tu non sei un informatico, sii pronto a ricrederti.

Anzitutto, devi comprare e registrare un dominio sul sito di una società specializzata come TopHost, dopodiché, una volta scelto il nome del tuo blog ed acquistato il relativo servizio, dovrai realizzarne la struttura.

La strutturazione del sito web

Il modo più semplice ed efficace per strutturare il tuo blog è quello di far ricorso a un CMS, acronimo di Content Management System: queste piattaforme open source consentono di amministrare i contenuti del sito senza dover mettere mano al codice di programmazione, dunque potrai gestire il tuo blog senza alcun problema anche laddove tu non abbia conoscenze tecniche.

I CMS vanno semplicemente scaricati dal web, ad ogni modo se si vuol evitare quest’operazione, aziende specializzate in servizi hosting come quella citata ti consentono anche di acquistare degli hosting cosiddetti “gestiti”, in cui il CMS è preinstallato. Una praticità massima, dunque!

La “GDPR Compliance”

Tutti i siti web devono oggi essere in linea con il cosiddetto GDPR, un Regolamento attivo in tutta Europa finalizzato alla tutela della privacy delle persone fisiche.

Un blog non gestisce dati personali “sensibili”, al più può avere un sistema per il conteggio delle visite o strumenti simili, ma anche in tali casi è necessario pubblicare delle apposite informative.

L’ideale sarebbe rivolgersi a un legale, ma dato che si tratta, come detto, di trattamenti di dati personali piuttosto semplici, puoi pensare anche di ricorrere ad appositi servizi web i quali producono le informative per il tuo sito in maniera automatica, sulla base delle caratteristiche del sito che gestisci.

La produzione dei contenuti

Il passo successivo, il quale è sicuramente quello più complicato, è quello di produrre contenuti: scrivere sul tuo nuovo blog è semplicissimo a livello tecnico, ma produrre contenuti curati e di qualità richiede una dose di lavoro non trascurabile.

In particolare, se vuoi che il tuo blog tematico abbia un buon successo è fondamentale riuscire ad essere costante nelle pubblicazioni, e anche questa è una “sfida” non da poco: un blog fermo da mesi e mesi, infatti, tenderà inevitabilmente a scoraggiare il lettore.

Effettuare delle azioni di Web Marketing

Se hai ambizione e vuoi che il tuo blog abbia buoni riscontri in termini di visite, inoltre, parallelamente alla produzione di contenuti puoi pensare anche di effettuare alcune azioni di marketing, magari curando delle pagine social ufficiali oppure destinando dei budget a strategie online advertising a pagamento.