De Luca tuona: “Il passo successivo sarà il vaccino obbligatorio per tutti”

Il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nel corso del consueto aggiornamento alla cittadinanza, ha parlato della possibilità di introdurre l’obbligo di vaccino. Una possibile decisione già anticipata dal Ministro della Salute, Roberto Speranza, e che in assenza di dati incoraggianti potrebbe divenire concreta.

De Luca: “Passo successivo sarà l’obbligo di vaccino”

Inizialmente il Governatore si è scagliato nuovamente contro i no Green Pass e i no-vax: “Non ti vaccini? Te ne vai a casa. Non c’è problema sul blocco delle attività. Abbiamo tenuta chiusa l’economia per 10 mesi. Se c’è qualche inconveniente per pochi giorni non è un problema. Prendiamo dipendenti a tempo determinato, non vedo tragedie alle porte. Decidiamoci a completare la campagna di vaccinazione, chi non lo vuole fare presenti il tampone e se lo paghi”.

Quanto alle proteste: “Abbiamo anche il capitolo dei delinquenti, degli squadristi. Cosa dovrebbe fare lo stato di fronte a squadristi, delinquenti, bestie come quelli dell’assalto alla Cgil? Autentiche bestie dal punto di vista dei comportamenti e anche fisico. Bastonate a quei pochi poliziotti che erano davanti alla sede del sindacato. Aggressioni animalesche e poi altre immagini con automezzi della polizia che venivano sballottati in un tentativo di capovolgimento da parte di presunti manifestanti, solo delinquenti.

“Io sono perché lo Stato adoperi il pugno di ferro. Questo non c’entra con il dibattito e nemmeno con il rifiuto della vaccinazione. Questo si lega alla delinquenza, la violenza e vanno considerate per quello che sono. A questi atti si risponde con la repressione, la più dura possibile. Io penso che ognuno abbia il diritto di dire quello che vuole ma non mettere in campo comportamenti violenti o ricattatori o gratuitamente dannosi per l’economia del Paese. Credo che sia arrivato il momento per affermare questo equilibrio: chi vuole manifestarlo ha il diritto di farlo sempre ma con forme compatibili con la sicurezza dei cittadini”.

“Negli ultimi giorni sono stati richiesti mezzo milione di Green Pass. C’è stata una ripresa della campagna di vaccinazione. Mi auguro che questi segnali continuino e che con grande senso di responsabilità e civismo sia completata la campagna. Il passo successivo, se l’Italia dovesse essere messa davanti a un pericolo di un riaccendersi dell’epidemia, sarà il vaccino obbligatorio per tutti. Credo che ci siano tutte le condizioni per non arrivare a una decisione come questa che non sarebbe uno scandalo ma sarebbe indispensabile per non tornare nel tunnel buio del covid diffuso, dell’economia chiusa e della vita bloccata per il nostro Paese”. 

Potrebbe anche interessarti