Televisione, da oggi non ci sono più alcuni canali: cosa fare per vederli tutti

Da oggi martedì 20 ottobre 2021, avrà inizio il processo di passaggio al digitale terrestre di seconda generazione.

Nel 2023 porterà le emittenti televisive a trasmettere nel nuovo formato, però incompatibile con i televisori vecchi che sono ancora in circolazione. Chiunque abbia un TV o un decoder dovrà effettuare la risintonizzazione dei canali.

Digitale Terrestre, come risintonizzare i canali

La risintonizzazione riguarda tutti gli apparecchi televisivi che però ognuno ha una grafica e dei software diversi. Qui vi forniamo una breve guida:

– Visualizzare il menù delle impostazioni sul televisore;
– Trovare le funzioni relative alla sintonizzazione dei canali e può essere necessario impostare l’Italia come area geografica, il digitale come tipologia di segnale e l’antenna come sorgente.
– Avviare la risintonizzazione che permette al decoder di cercare programmi e canali, memorizzando le frequenze di trasmissione e le seleziona come canali sul telecomando.

Cosa succede dopo il 20 ottobre

Se si effettua la risintonizzazione dopo il 20 ottobre, questa procedura servirà per verificare se il televisore è adatto alla ricezione dei canali trasmessi nel nuovo standard MPEG-4. In questo caso le reti Rai e i canali secondari Mediaset si vedranno normalmente. Nel caso in cui l’apparecchio non sia adatto, sintonizzare il dispositivo sui canali 500 e si vedrà se acquistare un nuovo televisore o meno.

Potrebbe anche interessarti