Gaeta, muore sub 33enne di Pozzuoli: era ad una battuta di pesca notturna

Tragedia nelle acque di Gaeta, dove un giovane è morto durante una battuta di pesca.

Ieri mattina un giovane di 30 anni, come riporta ilmattino.it, ha denunciato alla Capitaneria di porto di Gaeta la scomparsa di un suo amico, disperso in mare durante la notte.

Gaeta, muore 33enne di Pozzuoli

Il 33enne di Pozzuoli, secondo il racconto dell’amico, si era immerso nei pressi della spiaggia di Serapo del litorale di Gaeta per una battuta di pesca subacquea in apnea nei pressi della costa adiacente il monte Orlando. In tarda mattinata, purtroppo, il ragazzo è stato rinvenuto morto nella zona antistante la località rocciosa conosciuta come “montagna spaccata”.

La salma del 33enne napoletano è stata portata a terra nei pressi del marina antistante la sede della Capitaneria di porto di Gaeta dove il medico del 118 intervenuto ne ha constatato il decesso. La competente Autorità Giudiziaria di Cassino ne ha disposto il trasferimento presso l’ospedale di Cassino per gli accertamenti del caso per una prima ispezione autoptica da parte del medico legale.

Potrebbe anche interessarti