Premio Paganini, il campano Giuseppe Gibboni riporta in Italia il premio dopo 24 anni

giuseppe gibboni
Foto facebook – Giuseppe Gibboni

Il violinista Giuseppe Gibboni è il vincitore della 56esima edizione del Premio Paganini. La premiazione si è svolta domenica 24 ottobre a Genova. Prima di lui il prestigioso riconoscimento è stato attribuito agli italiani Salvatore Accardo nel 1958, Massimo Quarta nel 1991 e Giovanni Angeleri nel 1997.

LEGGI ANCHE: Due campani tra i migliori studenti d’Italia

Giuseppe Gibboni ha 20 anni e suona il violino da quando di anni ne aveva solo tre. Un talento nato per gioco in una famiglia di artisti di Campagna in provincia di Salerno. Tante le celebrazioni e gli attestati di stima per il ragazzo, considerato dagli addetti ai lavori come uno dei futuri portenti della musica classica.

A congratularsi con lui ci ha pensato anche il presidente della Campania De Luca: “Il ventenne violinista Giuseppe Gibboni, originario di Campagna ed allievo del Conservatorio Martucci di Salerno, ha vinto il Premio Paganini. Erano ventiquattro anni che un italiano non conquistava il riconoscimento che premia i talenti emergenti, come successe a Salvatore Accardo in passato. L’artista campano è da tutti indicato come destinato ad una carriera straordinaria in ragione delle sue doti naturali ma anche del rigore nello studio del violino“.

Un orgoglio tutto italiano e soprattutto campano per un ragazzo che nella vita si è sudato ogni traguardo che ha ottenuto con la forza di volontà e la tenacia di chi solo sa che credere nei propri sogni porta sempre un risultato.

Potrebbe anche interessarti