Dramma a Napoli, muore dopo uno scippo: era la vedova del velista Panada

Una donna di 80 anni è morta a Napoli, in seguito a una rapita subita a Posillipo. Come riportato da Il Mattino, lo scorso 21 ottobre in via Porta di Posillipo, la vedova 80enne del velista Beppe Panada, è stata vittima di uno scippo da parte di un uomo a bordo di uno scooter. 

Muore dopo scippo, era la vedova di Panada

Caduta sul suolo a causa dell’impatto, la donna è stata trasportata all’ospedale Fatebenefratelli e dimessa dopo poco. Tuttavia, nei giorni seguenti la donna si è nuovamente recata al sopra citato ospedale e trasferita al Vecchio Pellegrini, dove poi è morta. Ma essenziali sono state le testimonianze dell’accaduto, che Annamaria prima di morire ha rilasciato alle forze dell’ordine.

La donna, infatti, aveva descritto minuziosamente l’aspetto e il vestiario del rapinatore, permettendo così la sua cattura. Proprio grazie alle descrizioni della donna e alle immagini di alcune telecamere presenti nella zona, i falchi della Squadra Mobile e gli agenti del commissariato Posillipo, hanno individuato e catturato l’uomo presso la sua abitazione sita nella zona di Salvator Rosa.

Questa mattina, dopo un fermo, il giudice ha disposto l’arresto dello scippatore. Il 45enne di origini napoletane è stato, pertanto, imputato di tentato furto con strappo e morte come conseguenza di altro delitto. 

Potrebbe anche interessarti