Allerta meteo prorogata in Campania: ancora temporali e forti raffiche di vento

La Protezione Civile della Regione Campania ha emanato un ulteriore avviso con proroga dell’allerta meteo fino alle 23.59 di domani, 4 novembre, con livello giallo per tutto il territorio ad esclusione delel zone 7 e 8 (Tanagro e Basso Cilento).

Campania, proroga allerta meteo del 4 novembre

Come comunicato ieri, fino alle 8 di domani mattina, sarà in vigore l’allerta di livello arancione sulle seguenti aree: zona 1 (Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana); zona 2 (Alto Volturno e Matese); zona 3 (Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini); zona 5 (Tusciano e Alto Sele).​ Sulle restanti zone l’allerta sarà di colore giallo.

L’avviso di allerta di livello giallo, tuttavia, è stato prorogato fino alle 23:59 di domani su tutto il territorio ad esclusione delle zone del Tanagro e del Basso Cilento. Per tutta la giornata, dunque, si prevedono ancora precipitazioni locali anche a carattere di intenso rovescio e raffiche di vento.

A questo quadro meteo è associato un possibile dissesto idrogeologico localizzato con criticità di livello Giallo e possibili fenomeni di impatto al suolo come:

– Ruscellamenti superficiali e possibili fenomeni di trasporto di materiale;

– Possibili allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno;

– Scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali, possibili fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione e coinvolgimento delle aree depresse;

– Innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua, con inondazioni delle aree limitrofe, anche per effetto di criticità locali (tombature, restringimenti, ecc);

– Possibili cadute massi in più punti del territorio;

– Occasionali fenomeni franosi legati a condizioni idrogeologiche particolarmente fragili, per effetto della saturazione dei suoli anche in assenza di precipitazioni.​

​Di qui l’invito della Protezione Civile: “Si raccomanda agli enti competenti di mantenere in essere tutte le misure atte a mitigare e contrastare i fenomeni attesi, anche in linea con i rispettivi Piani comunali. La Sala operativa sta monitorando l’evolversi dei fenomeni. Le situazioni più critiche nel casertano e nell’area a nord di Napoli dove si registrano numerosi allagamenti. Volontari della protezione civile regionale mobilitati a supporto dei Comuni”.

Potrebbe anche interessarti