Manfredi incontra Mara Carfagna, l’annuncio: “Ci sarà un nuovo progetto di sviluppo”

manfredi carfagnaNapoli non è il “terzo mondo d’Europa”, come l’ha definita una giornalista francese, ma una città con mille risorse che lotta con le unghie e con i denti per emergere. Lo dimostra l’incontro di oggi tra il sindaco Gaetano Manfredi e la Ministra per il Sud e la Coesione Territoriale Mara Carfagna, un evento fondamentale per la città di Napoli.


Abbiamo toccato una serie di punti decisivi per il futuro della città“, spiega il sindaco Manfredi. “Prima di tutto l’accelerazione del recupero dell’area di Bagnoli, che credo sia veramente la sfida delle sfide di Napoli. Sono passati 30 anni in cui il profilo di Bagnoli non è cambiato: scendendo da Coroglio vediamo che è sempre uguale.

Abbiamo discusso il percorso che porteremo avanti nella presa in carico del commissariato da parte mia, e delle necessità dal punto di vista economico, progettuale. Stiamo lavorando con un metodo nuovo di grande cooperazione, guardando soprattutto al bene della città e dei cittadini, e soprattutto alla realizzazione in tempi certi di opere che si stanno aspettando da anni“.

Mara Carfagna, riprendendo le parole di Manfredi, parla di un vero e proprio “patto per Napoli” siglato in vista della realizzazione di tre opere: il recupero di Bagnoli, la restituzione alla città del complesso monumentale dell’Albergo dei Poveri e un progetto di sviluppo dell’area che va da Napoli Est al Vesuvio e a Pompei.

Il finanziamento per ristrutturare l’Albergo dei Poveri, come ricordato dalla Ministra, è parte del Pnrr, mentre il progetto di sviluppo per la zona Napoli Est-Pompei verrà lanciato dal Ministero per il Sud nei prossimi giorni. “Il progetto è stato avviato nelle scorse settimane e ha raccolto progettualità importanti per oltre un miliardo di euro“, spiega Mara Carfagna.

Siamo intenzionati a mettere da parte le conflittualità che in passato hanno interessato, e in alcuni casi compromesso, i rapporti tra amministrazione comunale e Governo centrale, a lavorare insieme per l’interesse della città, e siamo certi che con questo nuovo metodo improntato sulla collaborazione saremo in grado di ottenere risultati importanti per questa città“.

Potrebbe anche interessarti