Variante Omicron, Moderna: “Il nuovo vaccino potrà essere pronto a inizio 2022”

omicron modernaDopo Pfizer e BioNTech, anche la casa farmaceutica Moderna si dice pronta a produrre un vaccino contro la variante omicron, e addirittura in tempi più brevi. Il siero sviluppato da Moderna, infatti, potrebbe essere pronto già entro l’inizio del 2022.

Ad affermarlo è Paul Burton, responsabile medico di Moderna, al quotidiano britannico The Guardian. “Dobbiamo essere fiduciosi, abbiamo imparato molto sul covid e su come affrontarlo“, ha dichiarato Burton. “È un virus dall’aspetto pericoloso, ma ora abbiamo molti strumenti nel nostro armamentario per combatterlo, quindi sono ottimista“.

Burton ha spiegato quindi che un’idea più precisa dell’efficacia dei vaccini contro il nuovo ceppo si avrà nelle prossime due settimane. Tuttavia, se si rivelasse necessario, Moderna potrebbe produrre un nuovo vaccino su larga scala specifico per la variante omicron entro l’inizio del 2022.

Nel frattempo, i positivi che hanno contratto la nuova variante sembrano tutti presentare sintomi lievi. Non è chiaro, tuttavia, se ciò sia dovuto all’azione protettiva del vaccino o alle caratteristiche del nuovo ceppo. Secondo quanto affermato dalla dottoressa Angelique Coetzee, il medico sudafricano che ha scoperto la variante, questa non provocherebbe una forma grave dell’infezione.

I sintomi del nuovo ceppo si limiterebbero a mal di testa, stanchezza, prurito alla gola e un leggero raffreddore. Nel frattempo anche in Campania, dopo il paziente zero di Caserta, il sequenziamento ha permesso di individuare altri quattro positivi alla variante omicron.


Potrebbe anche interessarti