Sant’Antimo, agguato nella notte: gambizzato un 20enne

sant'antimo agguato
Foto di repertorio

Stanotte in provincia di Napoli, precisamente a Sant’Antimo, si sarebbe verificato l’ennesimo agguato: un ragazzo di soli 20 anni è stato gambizzato ed è stato necessario ricoverarlo in ospedale. A riportare la notizia è Il Mattino.

Il tutto sarebbe avvenuto questa notte. Un giovane di 20 anni, originario di Scampia, si è recato autonomamente all’ospedale Cto dei Colli Aminei. Quando è arrivato al nosocomio, il 20enne presentava una ferita da arma da fuoco al ginocchio destro.

Il ragazzo ha riferito ai sanitari di essere stato vittima di un tentativo di rapina, che si sarebbe verificato in una località di Sant’Antimo non meglio specificata dalla presunta vittima. Il 20enne in questione ha piccoli precedenti per droga.

Al momento, i carabinieri stanno indagando sul caso del presunto agguato verificatosi a Sant’Antimo: spetterà ai Militari dell’Arma verificare se il tentativo di rapina di cui parla il giovane sia effettivamente avvenuto e con quali modalità.

Quel che è certo, però, è che la periferia Nord di Napoli ultimamente sta attraversando un periodo particolarmente difficile. Poco più di una settimana fa si è sfiorata la tragedia nel bar Roxy di Arzano, dove la sera del 25 novembre è partita una sparatoria. In quell’occasione sono state colpite e ferite cinque persone: tra queste un 29enne con precedenti, che dopo l’agguato è stato ricoverato in prognosi riservata.

Potrebbe anche interessarti