Lutto a Capodrise: Elisa muore a soli 18 anni per un brutto male

Una profonda tragedia ha colpito il comune di Capodrise, in provincia di Caserta: la giovane Elisa Cipullo è morta a 18 anni a causa di un cancro.

A riportare la notizia è la pagina Facebook della Parrocchia di Sant’Andrea Apostolo, nella quale oggi pomeriggio si svolgeranno i funerali della ragazza:

La nostra Comunità affida a Gesù Risorto l’anima della nostra cara sorella Elisa Cipullo, di anni 18. La salma giovedì 9 dicembre giungerà alle ore 14.45 circa nella Chiesa di S.Andrea Apostolo dove sarà celebrata la S.Messa esequiale alle ore 15.00. Un immenso dolore, davvero immenso… una forte preghiera per il suo riposo eterno“.

Particolarmente toccante è il messaggio scritto oggi dal parroco, in vista dei funerali della giovane Elisa: ” Mai come in queste occasioni sento la responsabilità del mio essere sacerdote e la mia inadeguatezza davanti ad un mistero così grande come la morte di un giovane.

Il dolore è stato compagno della sua giovane vita: la terribile malattia, il cancro, che è apparsa nella sua vita, fino a vincere sulla sua forza e coraggio. La croce ha abitato la sua vita e oggi preghiamo Cristo risorto che finalmente le doni quella pace e quella serenità che, in parte, le sono mancate qui in terra.

Dalle vostre testimonianze, lette su fb e ascoltate in queste ore, ho avuto la certezza di una ragazza piena di vita, con una volontà forte di andare avanti nonostante tutto, ricca di interessi, cultrice dell’amicizia vera… Oggi questa storia qui in terra si interrompe per iniziare una nuova storia, incomprensibile ai nostri sguardi umani che vedono solo morte e fine, ma comprensibile agli occhi della fede che vedono gloria eterna e vita“.

Tutta la comunità si stringe attorno alla famiglia di Elisa, che ha lasciato i suoi cari a soli 18 anni. Questo uno dei post pubblicati su Facebook: “Dicono che Dio sceglie sempre gli angeli più belli accanto a sé… ed oggi si è preso il più bello. Vola in alto mia piccola Elisa, vola libera in un mondo migliore dove non esiste più nessun dolore. Un giorno ci rincontreremo“.

Potrebbe anche interessarti