Sophia in lacrime per Lina: “E’ scomparso un mito. Per me è morto un familiare”

Sophia Loren ha accolto con dolore la notizia della scomparsa di Lina Wertmüller, una delle più grandi registe del panorama artistico italiano deceduta all’età di 93 anni.

Sophia Loren ricorda Lina Wertmüller

La celebre artista partenopea, rivolgendosi all’Adnkronos, ha palesato il suo sconforto per la grave perdita: “Sono profondamente addolorata. E’ scomparso un mito che verrà a mancare per sempre. Per me è come se fosse morto un familiare”.

Due grandi artiste che spesso hanno lavorato insieme proprio come ricorda la Loren, in un’intervista rilasciata a Valerio Cappelli de ‘Il Corriere del Mezzogiorno’, rivelando: “La prima volta fu con Marcello Mastroianni e Giannini per uno di quei film di Lina con un titolo enorme: ‘Fatto di sangue fra due uomini per causa di una vedova’. Poi ‘Sabato, domenica e lunedì’, ‘Francesca e Nunziata’, ‘Peperoni ripieni e pesci in faccia’. Una regista fantastica che è rimasta dentro di me per sempre”.

Fu proprio la Loren a consegnarle l’Oscar alla carriera nel 2019 e, nel giorno della scomparsa di Lina, ricorda quel momento: “Fu una serata memorabile. Lina tenne un discorso meraviglioso. Disse che è una cosa gravissima che si chiami Oscar, voleva chiamarlo Anna. Lo dedicò al marito e alla figlia. Disse che i film possono venire male ma la figlia le era venuta proprio bene”.

Potrebbe anche interessarti