De Luca: “Se tra Natale e Capodanno abbiamo 10 giorni di follia rischiamo di chiudere tutto a metà gennaio”

de luca folliaComincia oggi la campagna di vaccinazione per i bambini in Campania per la fascia 5-11 anni. Dall’Istituto Comprensivo Statale Vittorino da Feltre di San Giovanni a Teduccio trasformato in hub vaccinale, è intervenuto il presidente Vincenzo De Luca. Come sempre il governatore ha invitato tutti a vaccinarsi avendo fiducia nella scienza e nei medici.

DE LUCA, ATTENTI A NATALE: “EVITARE 10 GIORNI DI FOLLIA”

Queste le sue parole:

Bisogna aver paura del covid non del vaccino, dobbiamo spiegare alla mamme che la vaccinazione covid è la stesse cosa di quella obbligatoria contro la poliomielite, meningite e altro. Dobbiamo ascoltare gli esperti degli ospedali pediatrici e rendere sereni tutti quelli che portano i bambini a vaccinarsi. La metà della colpa è vostra (riferendosi ai giornalisti, ndr), per mesi avete fatto parlare gli imbecilli. Non è tollerabile che intere trasmissioni parlano parcheggiatori abusivi e primari di pediatria. Sono decine di milioni i bambini che già si sono vaccinati, quando il covid colpisce un bambino piccolo in modo aggressivo diventa un problema. Contiamo di fare dal 22, quando cominciano le ferie natalizie, una campagna di massa di vaccinazione. Un po’ di pazienza perché dobbiamo fare anche il richiamo. L’obiettivo è di non chiudere le scuole e le attività economiche. Se abbiamo 10 giorni di follia tra Natale e Capodanno, feste e festini, scambiandoci le bottiglie è chiaro che a metà gennaio dovremmo chiudere tutto. Un po’ di senso di responsabilità per avere delle feste tranquille e serene. Dobbiamo metterci alle spalle mesi di imbecillità e confusione anche per colpa di un sistema di comunicazione che ha prodotto più confusione e incertezze“.

Sulla questione Capodanno (il governatore ha emanato un’ordinanza) e le feste da evitare durante il periodo natalizio:

Ho fiducia nella Questura. Questa volta mi sento tranquillo, l’importante è evitare i grandi assembramenti. A capodanno non si controlla niente, santificate le feste, andate a fare il presepe e non date fastidio. Bisogna fare controlli a campione tipo nel centro storico, quando dico è vietato l’asporto le pizze possono essere portate a casa, quello che è vietato è fare il porcile davanti ogni pizzeria e bar. E’ vietato fare i cafoni insomma. Stiamo parlando di avere come obiettivo la tutela sanitaria e negli altri paesi è perseguito normalmente per ragioni di civiltà e correttezza“.

Su Salvini contrario alla vaccinazione nei bambini:

Lui è allo stadio evolutivo dell’uomo, prima di arrivare al sapiens sapiens ci vogliono ancora milioni di anni. E’ irresponsabile continuare ad alimentare questo clima di paura“.

Potrebbe anche interessarti