Il cuore di Castellammare, mamma africana non ha soldi: donati culla e corredino al piccolo Dorcas

castellammare dorcas
Foto fb Gaetano Cimmino

Un bel gesto di solidarietà arriva da Castellammare di Stabia. Una mamma di origini africane e incinta non aveva i soldi per comprare tutto l’occorrente per il piccolo che tra poco dovrà nascere. Così si sono mossi i servizi sociali dell’Asl Napoli3 Sud che hanno provveduto alle prime cose necessarie per Dorcas.

CASTELLAMMARE, DONATI CULLA E TUTINE PER IL PICCOLO DORCAS

E’ il sindaco, Gaetano Cimmino, a postare la storia sul suo profilo social con tanto di foto di tutine e culla:

Una culla, un corredino e un passeggino per Dorcas: donare non ha confini. Stamattina la nostra rete di solidarietà ci ha consentito di fornire un aiuto concreto ad una mamma di origini africane, in procinto di partorire ma priva di risorse per accudire il suo bambino.
Grazie all’azione dei nostri servizi sociali e dell’Asl Napoli3 Sud, in cooperazione con il Centro per la Famiglia di Castellammare di Stabia, l’associazione Meta BabyBank e la cooperativa Shannara di Portici, abbiamo acceso i motori della nostra macchina solidale per mettere tutto l’occorrente a disposizione di Dorcas. Un piccolo gesto, un grande cuore, per una nobile causa“.

Non è il primo gesto di solidarietà che caratterizza gli abitanti di Castellammare di Stabia. Lo scorso anno, in piena emergenza covid, era nato il carrello della solidarietà. Le persone che andavano a fare la spesa (negli esercizi commerciali aderenti all’iniziativa) potevano comprare dei prodotti a lunga conservazione e lasciarli all’ingresso in uno speciale carrello. Il contenuto andava a famiglie in difficoltà.

Potrebbe anche interessarti