Napoli. Fermato con 6 bombe carta in auto: avrebbero potuto far saltare in aria un furgone

Capodichino. “Bombe carta” in auto. 34enne arrestato dai Carabinieri.

I carabinieri del nucleo radiomobile di napoli hanno arrestato per detenzione e porto di ordigni esplosivi improvvisati non convenzionali del tipo pirotecnici G. S., 34enne di Giugliano già noto alle Forze dell’Ordine.

Capodichino, fermato con 6 bombe carta in auto

E’ stato fermato in Via Oreste Salomone, durante un posto di controllo. Quando è stato perquisito i militari hanno rinvenuto nella sua auto 6 “bombe carta” del peso complessivo di 2 chili. L’esplosione di questi ordigni avrebbe potuto distruggere anche un furgone.

G. S., nato a Napoli nel ’87, è finito ai domiciliari, in attesa di giudizio. Le “bombe” sono state sequestrate e saranno distrutte.

Come ogni anno in prossimità delle feste natalizie e del Capodanno c’è la vendita illegale di botti. Poche settimane fa è stata sequestrata una fabbrica clandestina di artifizi pirotecnici, con tanto di botti dedicati a Diego Armando Maradona. Scoperta dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, in una zona rurale di Piazzolla di Nola. Le attività proseguivano a pieno ritmo soprattutto considerando il periodo.

Circa una tonnellata di artifizi pirotecnici erano pronti per essere immessi sul mercato. Le Fiamme Gialle hanno provveduto a sequestrare la merce. Inoltre sono stati rinvenuti numerosi macchinari, migliaia di prodotti utilizzati per il confezionamento e oltre 5 quintali di polvere pirica.

Potrebbe anche interessarti