Napoli, personale positivo tra EAV e Asía: treni soppressi e rifiuti per le strade

personale positivo

Napoli – Sale sempre di più il numero di contagiati da Covid-19 su tutto il territorio nazionale durante questo periodo natalizio. Una nuova ondata che mette in difficoltà i lavoratori, costretti a periodi di quarantena e malattia, e le aziende stesse, ritrovatesi con poco personale. È il caso dell’Ente Autonomo Volturno (EAV), che stamane ha dovuto sopprimere delle corse a causa di una parte di personale risultato positivo.

“Causa improvvisa indisponibilità (malattia e quarantene) di personale, legata all’attuale emergenza epidemiologica, oggi i seguenti treni sono soppressi.” Si apre infatti così la comunicazione pubblicata dall’Ente, sia sul proprio sito che sulla pagina social. Cancellate inizialmente 13 corse, sei della Linea Napoli-Centro Direzionale-Torre del Greco, quattro della Linea Napoli-Sarno, tre della Linea Napoli-Baiano.

In queste ore sono state ripristinate in parte alcune delle corse. Sarà infatti regolarmente effettuata la corsa del treno 6149 delle ore 14:52 da Napoli per Sarno. Attiva anche del treno 6164 delle ore 16:34 da Sarno per Napoli. Rimangono invece soppressi solo i treni della Linea Napoli-Centro Direzionale-Torre del Greco e della Linea Napoli-Baiano. Quest’ultimi, il treno 8081 delle ore 08:02 da Napoli per Baiano e il treno 8096 delle ore 09:44 da Baiano per Napoli, sono stati però sostituiti con i bus della ditta A.M. Autoservizi Meridionali.

Personale positivo al Covid, in quarantena anche i lavoratori Asía: Napoli sommersa dai rifiuti

Una difficoltà, quella del poco personale, che non ha colpito solo il servizio di trasporti, ma anche l’azienda Asía Napoli. Numerosi, infatti, gli operatori positivi che in questi giorni avrebbero dovuto ripulire le strade urbane della città partenopea. A causa della loro assenza, come molte persone hanno denunciato attraverso post social, le strade di Napoli sono da giorni sommerse da cumuli di rifiuti. Una situazione disastrosa che mostra una città diversa da quella raccontata da Alberto Angela nel suo programma.

Potrebbe anche interessarti