Omicron, l’ultimo rapporto ISS: si è diffusa in Italia partendo dal Nord

La variante Omicron ha cominciato a circolare in Italia partendo dal Nord, Milano e Venezia. È quanto svela l’ultimo rapporto ISS rendendo conto delle ricerche effettuate analizzando le acque reflue di diverse città italiane: a Venezia è stata riscontrata il 7 dicembre, a Milano il 12. Da lì molto probabilmente si è poi diffusa nel resto d’Italia, complici gli spostamenti soprattutto per motivi di lavoro e il rientro a casa per le feste natalizie da parte di tantissimi lavoratori.

L’Istituto Superiore di Sanità afferma che all’inizio di dicembre la variante dominante nel nostro Paese era la Delta. Omicron, stando agli studi più recenti, è meno grave ma più contagiosa di quest’ultima, dunque sta prendendo piuttosto facilmente il sopravvento. L’impennata di contagi dell’ultimo periodo va ravvisata anche in questa incrementata contagiosità, favorita come detto proprio dal gran numero di contatti avvenuti in occasione delle feste di Natale.

Il primo paziente accertato affetto da variante Omicron è stato, ricordiamo, il professionista residente a Caserta che si è ammalato gli ultimi giorni di novembre. Costui l’ha contratta viaggiando all’estero per motivi di lavoro, ma una volta rientrato in Italia non ha avuto contatti fatta eccezione i familiari. È dunque improbabile che Omicron si sia diffusa a partire da questo paziente zero.

Potrebbe anche interessarti