L’Amica geniale 3, Lila e Lenù: “Tra noi c’è intesa ma fuori dal set non siamo amiche”

Ufficio Stampa Rai

A pochi giorni dalla messa in onda de ‘L’amica geniale – Storia di chi fugge e di chi resta’, le protagoniste Gaia Girace e Margherita Mazzucco, rispettivamente nelle vesti di Lila e Lenù, hanno raccontato l’esperienza vissuta sul set nel corso della conferenza stampa di ieri.

Amica Geniale, Lila e Lenù si raccontano

La fiction, tratta dal best seller di Elena Ferrante e che ha riscosso grande successo nelle precedenti edizioni, andrà in onda con il primo episodio il 6 febbraio su Rai 1. Le due attrici hanno raccontato come i loro personaggi sono cambiati, ormai alle prese con il lavoro e il ruolo di mamme.

Gaia Girace ha rivelato: “E’ stato abbastanza difficile immedesimarsi in Lila in questa stagione. E’ una donna che lavora in fabbrica dalla mattina alla sera, è distrutta fisicamente ma internamente ha quella voglia di lottare, con un figlio da mantenere quasi da sola perché non si affida quasi completamente a nessuno”.

Il personaggio di Lenù, invece, sarà diviso tra carriera e famiglia come racconta Margherita Mazzucco: “La parte più divertente è quella familiare dove ci siamo io, mio marito e le due bambine. Sembrava quasi di non lavorare a un certo punto, rendendo tutto più leggero anche per le due bimbe piccole. Ho solo 19 anni, ho dovuto imparare a gestire una casa, un matrimonio, delle bambine. E’ stato impegnativo ma anche molto interessante. Sono diventata quasi immune al pianto dei bambini, ho stretto così tanto con la più piccola che voleva stare sempre in braccio. Si è instaurato un rapporto vero con loro”.

Quanto al rapporto tra le due attrici nella vita reale Gaia ha rivelato: “Continua ad esserci una grande intesa tra di noi, ci troviamo bene a recitare ma non abbiamo mai avuto occasione di frequentarci fuori dal set”. Sulla stessa scia Margherita che ha continuato: “Non abbiamo voluto forzare questo rapporto, abbiamo deciso di lasciarlo così e forse ha fatto anche bene alla serie. Siamo un po’ come Lenù e Lila forse. Tra loro c’è un rapporto raro e abbastanza insolito, tra amore e odio”.

Potrebbe anche interessarti